lunedì, Ottobre 18, 2021

Morte Dora Lagreca, fidanzato indagato per istigazione al suicidio. I genitori: “Non si è uccisa”

Morte Dora Lagreca: il fidanzato Antonio Capasso è indagato per istigazione al suicidio, domani gli esami tossicologici e l'autopsia. La famiglia: "Non si è uccisa".

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ci sono novità sulla morte di Dora Lagreca, l’assistente scolastica deceduta nella notte tra venerdì e sabato scorso dopo essere caduta dal 4°piano della sua casa a Potenza. Il fidanzato della ragazza, Antonio Capasso, è indagato per istigazione al suicidio: “un atto dovuto” per permettere agli investigatori di compiere alcuni accertamenti e all’indagato di nominare un perito di parte per l’autopsia.

Durante il primo interrogatorio, durato circa 5 ore, l’uomo aveva raccontato ai Carabinieri di aver discusso pesantemente con Dora e che la giovane avrebbe deciso di compiere il gesto estremo proprio a causa di quel litigio. Lui, poi, non sarebbe riuscito ad afferrarla prima della caduta. Stando alle indagini coordinate dalla Procura di Potenza, prima del dramma ci sarebbe stata effettivamente una lite piuttosto accesa tra i due, culminata con la corsa di Dora verso la bassa ringhiera del terrazzino in mansarda e la caduta: la ragazza ha prima sbattuto contro l’antenna parabolica e poi è finita sul prato.

Sarà proprio Antonio Capasso a chiamare i soccorsi: la segnalazione al 112 di una donna ferita in strada è arrivata attorno alle due di notte. La 29enne morirà all’ospedale San Carlo, due ore dopo il volo di 15 metri. Domani si procederà con l’esame autoptico sul corpo della vittima e con i test tossicologici. La decisione di iscrivere nel registro degli indagati Antonio Capasso è arrivata dopo il suo secondo interrogatorio.

Morte Dora Lagreca: la lite col fidanzato e la caduta dal balcone

Morte Dora Lagreca: la lite col fidanzato e la caduta dal balcone

Come riportato da Il Corriere della Sera, venerdì sera Dora Lagreca aveva lasciato casa dei genitori con l’intenzione di partire dopo un paio di giorni per Arenabianca: in quel momento sembrava serena e non aveva esternato alcun tipo di problema. Sempre quella sera, Dora e il fidanzato avevano partecipato insieme a una festa di laurea di un’amica comune, per poi tornare alla mansarda che avevano preso in affitto da qualche mese.

Stando alle ricostruzioni, la lite sarebbe iniziata già in macchina, probabilmente per problemi di natura passionale. Adesso rimane da chiarire se la caduta della giovane sia stata accidentale, volontaria oppure, questa la pista al vaglio, provocata dall’uomo. I due stavano insieme da poco, ma non sembrava avessero particolari problemi.

Morte Dora Lagreca, i genitori: “Non si è uccisa”

I genitori e la famiglia di Dora sono certi che la ragazza non si sia uccisa e nessuno crede alla versione di Capasso: lo ha ribadito il loro avvocato difensore, Revinaldo Lagreca, evidenziando apertamente che “non c’era alcuna sintomatologia che potesse far pensare a un suicidio”. Le persone che la conoscevano, sia al suo paese di origine sia a Potenza, descrivono Dora come una donna piena di vita. Tra l’altro la 29enne aveva appena trovato lavoro ed era molto entusiasta.

A confermare i dubbi sul suicidio è stato anche Giuseppe Rinaldi, sindaco di Montesano sulla Marcellana (Salerno), il paese d’origine di Dora. Il primo cittadino ha detto:

Ci sembra molto strano che Dora possa aver compiuto un gesto estremo, decidendo di farla finita, è impossibile che sia potuto accadere. Anche l’avvocato di famiglia è concorde, e così come la comunità. Chi la conosce bene sa che Dora era una ragazza solare, allegra, piena di vita e di progetti.

Venerdì, prima di recarsi dal fidanzato, è stata a casa dei suoi familiari, ha parlato con una zia del matrimonio di un cugino che si sarebbe tenuto la prossima settimana. Niente faceva presagire questa tragedia. Conoscevo personalmente Dora e la sua famiglia, siamo legati anche da parentela, abitiamo poco distanti. L’ipotesi del suicidio non convince.

Leggi anche: Esce con gli amici e non risponde più al cellulare: 24enne trovato morto in bagno

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie