martedì, Gennaio 26, 2021

“Detto Fatto” di Rai Due sospeso dopo la bufera sul tutorial della spesa sexy

Dopo la bufera sul sexy tutorial per la spesa, il programma di Rai Due, Detto Fatto, condotto da Bianca Guaccero è stato temporaneamente sospeso. La conduttrice si scusa su Instagram: "Doveva far ridere".

Silvia Aldi
Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

Il programma pomeridiano di Rai Due, Detto Fatto, condotto da Bianca Guaccero è stato sospeso temporaneamente dopo aver trasmesso un tutorial sulla spesa sexy. L’amministratore delegato della RAI, Fabrizio Salini, all’ANSA lo definisce “un episodio gravissimo, che nulla ha a che vedere con lo spirito del servizio pubblico e con la linea editoriale di questa RAI. Ho avviato un’istruttoria per accertare responsabilità e stiamo facendo valutazioni sul futuro di questo programma“.

Il tutorial sulla spesa sexy andato in onda a Detto Fatto

Estratto della trasmissione Rai Detto Fatto, al centro delle polemiche per il tutorial sulla spesa sexy.

Nel tutorial trasmesso nel pomeriggio di martedì su Rai Due, si vedono la conduttrice di Detto Fatto, Bianca Guaccero, insieme alla danzatrice Emily Angelillo, intente a mostrare come fare la spesa al supermercato. La ballerina, protagonista del tutorial, sfila con un carrello e prende il cibo dagli scaffali. A un certo punto, la Angelillo mostra come prendere il cibo dagli scaffali più alti. Se si vuole dare “un tocco un pochino più intrigante alla situazione” si può allungare una gamba e piegarla all’indietro: “Ah!” esclama la Angelillo mentre esegue il gesto. Ma non finisce qui. Il tutorial di Detto Fatto ci consiglia anche cosa fare se un cibo cade a terra. Le gambe vanno tenute chiuse mentre si raccoglie qualcosa da terra per “non rendere la situazione più volgare”.

Immediata la bufera social. Subito la pagina Trash Italiano posta su Instagram e Twitter i video del tutorial, ironizzando: “Il tutorial su come fare la spesa MA COSA“. Ed è la stessa pagina di Trash Italiano a denunciare che: “Dopo la rimozione su RaiPlay, rimossi tutti i video del tutorial di Detto Fatto anche dal profilo Instagram di Trash Italiano (senza avvisi su copyright o altro)“.

Leggi anche: Violenza sulle donne: primo bilancio annuale del Codice Rosso

Le scuse della conduttrice di Detto Fatto, Bianca Guaccero: “Doveva far ridere”

Bianca Guaccero, conduttrice di Detto Fatto.

La conduttrice di Detto Fatto, Bianca Guaccero, chiede scusa su Instagram:

Mi prendo parte della responsabilità di ciò che è accaduto chiedendo scusa a tutti per la superficialità con cui è stata gestita questa situazione da parte di tutta la nostra squadra.

Doveva aderire a dei toni comici e surreali, da non prendere sul serio ma che stavolta ci sono venuti male. È stato un triste siparietto.

Le reazioni al tutorial sulla spesa sexy trasmesso da Detto Fatto

Il sottosegretario alla presidenza con delega all’editoria, Andrea Martella, avvilito dichiara:

Forse occorrerebbe un tutorial non su come fare la spesa, ma su come fare servizio pubblico non calpestando il valore e la storia della Rai.

Durissimo su Facebook, Michele Anzaldi, segretario in Commissione Vigilanza Rai, che non condanna solamente il tutorial andato in onda nella trasmissione Detto Fatto ma coglie l’occasione per sfogarsi su tutti i problemi della Rai. Ecco il suo post su Facebook:

E’ partito lo scaricabarile su “Detto fatto”, con fantomatiche istruttorie annunciate dall’amministratore delegato e dal direttore di rete, la puntata incriminata cancellata da Raiplay e quella di oggi annullata poco prima della messa in onda.

Di fronte allo spettacolo indecoroso che sta dando la Rai, il presidente del Consiglio Conte ripeterebbe ancora che Salini “sta facendo bene”, come ha detto dalla Gruber? Quando un’azienda come questo servizio pubblico inanella a ripetizione “casi”, errori, scivoloni, infrazioni del pluralismo e della par condicio, la responsabilità è del vertice, non dell’ultimo redattore.

Per una trasmissione come “Detto fatto”, pur in appalto parziale insieme alla società esterna Endemol, lavorano in media 5-8 persone in redazione, 2-3 autori, 3-8 assistenti programmisti, 2-4 truccatori, 2 cosiddetti tuttofare, oltre alla conduttrice. Al di sopra della redazione, a vigilare e controllare, ci sono 1 direttore di rete, 1 vicedirettore, 1 vicedirettore di produzione, 1 capo struttura. Una quantità incredibile di persone, alle quali si aggiunge pure l’appalto alla società esterna! E la Rai ha addirittura il coraggio di chiedere altri soldi allo Stato?

Al netto delle responsabilità individuali, è il modello in sé che appare sbagliato, fallimentare, incredibilmente costoso. Una vera mangiatoia. Un modello che Salini, ormai arrivato al termine legale del suo mandato, ha mantenuto intatto e addirittura rafforzato, ostacolando in ogni modo l’applicazione della Risoluzione della commissione di Vigilanza contro i conflitti di interessi di agenti, autori e conduttori.

La reazione della modella di Detto Fatto

Emily Angelillo, la ballerina protagonista del tutorial sexy di Detto Fatto.

Emily Angelillo, la protagonista del tutorial andato in onda a Detto Fatto, ha detto la sua in un’intervista a FanPage:

Non volevo certo insegnare alle donne a fare la spesa, voleva essere una risata in un momento difficile. Da tutto ciò si è scaturito un polverone, la cosa più brutta è proprio stata come è venuta fuori la mia persona.

Io sostengo la femminilità, ho allieve fino ai sessant’anni che hanno avuto un tumore che vengono a cercare di ritrovare la loro femminilità, il loro essere donna, a rimettersi i tacchi, a rimettersi in gioco, anche con una vena ironica e dire nella nostra sala di danza ci sentiamo delle dive, ci mettiamo il tacco, ridiamo un po’, non c’è nessun sessismo.

Questo, veramente, mi ha spezzato il cuore.

Detto Fatto è stato temporaneamente sospeso

Sospeso il programma di Bianca Guaccero, Detto Fatto.

Ieri, mercoledì 25 novembre, Detto Fatto non è andato in onda. Oggi è stato sostituito da uno speciale del Tg2 in memoria di Diego Armando Maradona. Detto Fatto è stato temporaneamente sospeso dal palinstesto Rai. Staremo a vedere se le scuse di Bianca Guaccero basteranno e il programma pomeridiano di Rai Due riprenderà giovedì 27 novembre. Speriamo, questa volta, senza nessun sexy tutorial. Altrimenti, vista la vicinanza delle feste natalizie, temiamo un altro tutorial su come fare l’Albero di Natale.

Leggi anche: Femminicidio a Padova, uccide moglie incinta: la violenza sulle donne non si ferma, neanche oggi

Silvia Aldi
Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

Ultime notizie

Crisi di Governo, Conte è pronto alle dimissioni. Ora cosa può succedere?

Alle 9 è previsto il primo incontro, Conte di fronte al Cdm...

Cinque anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, Mattarella: “L’Egitto dia risposte adeguate”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “in questo giorno di memoria” rinnova la solidarietà alla famiglia Regeni e chiede un impegno “comune per giungere alla verità”.

Olimpiadi Tokyo 2021, Italia verso l’esclusione. Entro mercoledì la decisione del CIO

Entro mercoledì 27 gennaio arriverà la decisione del CIO sull'esclusione dell’Italia dalle...

Covid, spunta l’idea di una zona rosso scuro in Europa: cos’è e quali le regole per viaggiare

Dall'Europa arriva l'idea di istituire la zona rosso scuro per indicare dove la circolazione del virus è molto alta. Ecco cos'è, pechè è necesssaria e quali sono le regole.

Brescia, arrestato primario: “Ha indotto la morte di pazienti Covid con farmaci non idonei”

È successo a Montechiari, presidio degli Ospedali Civili di Brescia. Il primario Carlo Mosca è ora accusato di omicidio volontario.