sabato, Settembre 25, 2021

Perché scegliere le cuffie bluetooth: quali sono i vantaggi e i modelli migliori

Le cuffie bluetooth hanno progressivamente sostituito i vecchi modelli con fili: ecco perché sceglierle e quali sono i modelli migliori.

Nell’ultimo decennio, le cuffie bluetooth hanno progressivamente sostituito i vecchi modelli con fili, grazie alla loro comodità, al design accattivante e all’ottima qualità del suono che sono in grado di garantire. Così, questo tipo di cuffie si è imposto sul mercato eliminando la concorrenza ed entrando di diritto tra gli oggetti più desiderati dai giovani e dagli amanti della tecnologia.

Tale tendenza è stata immediatamente intercettata dai brand tecnologici più in voga, che hanno provveduto subito a progettare le loro versioni di cuffie bluetooth. In questo modo, esse sono divenute un accessorio imprescindibile quando si decide di acquistare uno smartphone: la maggior parte degli acquirenti, ormai, non si accontenta più dei modelli con fili. Ma ecco come funziona la tecnologia bluetooth e cosa c’è da sapere su questo accessorio all’avanguardia.

Cuffie bluetooth: come funzionano

Come suggerisce il nome, le cuffie senza fili funzionano grazie alla tecnologia bluetooth. Tale tecnologia utilizza la banda a onde corte e permette di collegare il proprio dispositivo (che sia un cellulare, un tablet o simili) alle cuffie. Il rapporto di collegamento tra il dispositivo principale e le cuffie è definito “master/slave”: il primo crea una rete privata a corto raggio, che poi viene intercettata dal secondo dando vita alla connessione.

Generalmente, le cuffie wireless consentono il collegamento tra i due dispositivi nell’arco di 10 metri, ma ci si può spingere anche più oltre, consumando però una percentuale maggiore di batteria. In ogni caso, ogni modello possiede una scheda tecnica in cui è indicata la sua portata.

Cuffie bluetooth: i vantaggi rispetto alle cuffie con fili

Tutte le cuffie bluetooth sono dotate di microfono e possono quindi essere utilizzate come le tradizionali cuffie con fili: tale caratteristica è piuttosto significativa, specie se si pensa che ormai gran parte delle conversazioni avviene attraverso il cellulare. Oltre a questo, nella maggior parte dei modelli è possibile usufruire dei controlli, che permettono di alzare e abbassare il volume, rispondere alle chiamate e scorrere una playlist in modo molto agevole. Ma quali sono gli altri vantaggi di acquistare delle cuffie bluetooth? Almeno quattro:

  • Portabilità: Le cuffie bluetooth sono le più portabili in assoluto: dotate di una propria custodia, possono essere trasportate praticamente ovunque con molta semplicità;
  • Longevità: Queste cuffie sono fatte per durare nel tempo, ma ovviamente, per assicurarsi che abbiano lunga vita, è necessario saperle tenere con cura. Perciò bisogna fare particolare attenzione agli urti, a usarle distrattamente o a perderle;
  • Batteria: Una caratteristica che distingue le cuffie wireless da quelle tradizionali è la batteria: ovviamente quelle con fili non ce l’hanno e non si scaricano, quelle senza sì. Ma niente paura: spesso la durata della batteria delle cuffie bluetooth è molto prolungata. Con solo due o tre ore di ricarica, sarà possibile ascoltare fino a 20 o 30 ore di musica o altro;
  • Comfort assicurato: Niente più fastidiosi fili che si impigliano e intrecciano ovunque o che si rompono dopo pochissimi giorni. Le cuffie bluetooth, oltre alla solidità, garantiscono massima comodità: sarà possibile ascoltare la musica appena svegli, per strada e in qualsiasi altro luogo scordandosi praticamente di averle addosso.

Cuffie bluetooth: i tipi in commercio e i modelli migliori

Cuffie bluetooth: i tipi in commercio e i modelli migliori

Il mercato delle cuffie wireless offre un ampio ventaglio di possibilità: esistono molti modelli di cuffie, adatti a qualsiasi tipo di necessità, gusto e budget economico. Gli esperti di Officinamusica hanno selezionato i modelli più convenienti in questo articolo con le recensioni delle miglilori cuffie bluetooth. In ogni caso, i formati più diffusi sono:

  • Cuffie on-ear (sovraurale): Sono quelle con i cuscinetti da poggiare direttamente sull’orecchio. La loro caratteristica è di essere leggere e compatte;
  • Cuffie in-ear: in questo caso, i due auricolari devono essere inseriti all’interno dell’orecchio. Sono molto leggeri e sottili;
  • Cuffie over-ear (circumaurale): Sono quelle in cui i cuscinetti avvolgono completamente l’orecchio. Più pesanti di quelle on-ear, assicurano però un maggiore isolamento dai rumori esterni.

Ma come si può valutare concretamente la qualità del suono delle cuffie bluetooth prima dell’acquisto? Oltre a leggere le recensioni di chi le ha già acquistate, può essere utile valutare i seguenti parametri:

  • Risposta in frequenza: ovvero l’intervallo delle frequenze coperto dalle cuffie. Si misura in Hz: più ampio è, più il suono sarà restituito fedelemente;
  • Impedenza: è la resistenza delle cuffie sul segnale audio e si misura in Ohm: più alto è tale valore, più alta sarà la qualità del suono delle cuffie;
  • Sensibilità: è la pressione acustica delle cuffie in relazione alla tensione applicata: è il volume massimo a cui le cuffie riescono ad arrivare;
  • Driver: convertono il segnale elttrico in onde sonore. Driver più grandi assicurano un suono migliore, specie quello dei bassi. Le cuffie con più Driver offrono una maggiore fedeltà del suono.

Leggi anche: Musica 8 D, siamo sicuri sia qualcosa di nuovo?

Ultime notizie