lunedì, Ottobre 25, 2021

Vaccini: Cuba invia 1,5 milioni di dosi in Vietnam

È il primo lotto di un totale di 10 milioni di dosi che il governo vietnamita acquisterà da Cuba. Il carico è stato trasportato sull'aereo speciale del presidente Nguyen Xuan Phuc, che ha visitato l'Avana la scorsa settimana. Le prime 150 mila dosi saranno un regalo del governo cubano

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Cuba ha inviato in Vietnam 1,5 milioni di dosi del suo vaccino Abdala contro il coronavirus, sviluppato dal Centro per l’ingegneria genetica e la biotecnologia (CIGB).

Sono 10 milioni le dosi di vaccino che Cuba invierà in Vietnam

Sabato sera il lotto è arrivato da Cuba all’aeroporto Noi Bai di Hanoi, tra queste primo milione e mezzo di dosi 150.000 di vaccino cubano sono state donate dall’isola all’alleato vietnamita, annuncio fatto su Facebook dall’ambasciata ambasciata di Cuba in Vietnam.

L’ambasciatore cubano, Orlando Hernández Guillén, ha partecipato alla cerimonia di consegna che si è svolta alla presenza del presidente vietnamita Nguyen Xuan Phuc che ha voluto presenziare alla consegna del primo lotto di dosi, l’accordo tra i due paesi ne prevede in totale 10 milioni.

I mezzi e la capacità di produzione del CIGB (Centro di ingegneria genetica e biotecnologia) di Cuba, quello che ha prodotto il vaccino, è stata utilizzata anche da altri paesi per produrre altri vaccini, non ancora in commercio, ma comunque registrati in più di 30 paesi e certificati dall’OMS seppur ancora privi di riconoscimento ufficiale su base internazionale secondo l’organo della sanità mondiale.

Sulla base di una rigorosa valutazione del dossier del vaccino Abdala uno dei tre vaccini cubani, gli altri sono Soberana02 e Soberana Plus, il 18 settembre l’Autorità di controllo dei farmaci del Vietnam ha rilasciato l’autorizzazione all’uso di emergenza dell’immunogeno cubano.

Il 20 settembre durante la visita del Presidente del Vietnam, Nguyễn Xuân Phúc, Cuba e il paese asiatico hanno firmato un contratto per la fornitura e la distribuzione del vaccino cubano Abdala.

In dichiarazioni alla stampa, la direttrice del CIGB, Marta Ayala Ávila, ha affermato che “il contratto che è stato firmato ora è per cinque milioni di dosi del vaccino Abdala”.

Gli accordi tra Cuba e Vietnam sul vaccino

Come già detto si tratta del primo lotto di farmaci, su un totale di 10 milioni di dosi, che il governo vietnamita acquisterà dall’isola caraibica, a seguito degli accordi firmati dai due Paesi questo mese.

Anche il CIGB ha rilasciato una dichiarazione su Twitter riguardo l’accordo tra i due paesi alleati:

Cuba invia al popolo del Vietnam dosi del vaccino cubano Abdala anti-COVID-19, sviluppato dal CIGB.

Secondo il portale Vietnam Plus , il carico è stato trasportato sull’aereo speciale del presidente vietnamita Nguyễn Xuân Phúc

Lo stesso sito web ha spiegato che in precedenza i rappresentanti della CIGB avevano già recapitato 900.000 dosi del vaccino cubano all’ambasciata di Hanoi all’Avana, oltre ad altre 150.000 dosi che il Ministero delle Forze Armate Rivoluzionarie ha consegnato all’addetto militare del Vietnam a Cuba.

Durante la visita di Nguyen Xuan Phuc a Cuba è stata annunciata l’approvazione all’importazione e all’uso d’emergenza del vaccino cubano nella nazione asiatica.

Il CIGB e il Centro di ricerca sui prodotti biologici e sui vaccini (Polyvac) hanno firmato un accordo che prevede l’acquisto di dieci milioni di dosi del farmaco cubano, non ancora convalidato per l’uso d’emergenza dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Su questo fronte qualcosa sembra però essersi mosso lo scorso 16 settembre quando i rappresentanti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e le autorità sanitarie cubane si sono riunite per discutere il riconoscimento dei vaccini sviluppati a Cuba a livello internazionale.

Il direttore di Scienza e Innovazione di BioCubaFarma, Rolando Pérez ha indicato che dopo il prossimo incontro, gli esperti dell’OMS inizieranno a valutare la documentazione consegnata sui vaccini anti-Covid-19

Secondo Marta Ayala Ávila, direttore generale del CIGB di Cuba, l’obiettivo delle autorità di molti paesi, tra cui il Vietnam, che non hanno grande potere di acquisto sul mercato internazionale o che non beneficiano degli accordi tra i paesi occidentali, è “produrre il vaccino anti-COVID nei propri laboratori per somministrarlo sia alla popolazione adulta che a quella pediatrica”.

Per fare ciò, gli esperti di entrambi i centri di ricerca cubano e vietnamita lavorano insieme per trasferire la tecnologia che consentirà la produzione, il riempimento e il confezionamento del farmaco nella nazione asiatica, che è stata duramente colpita dalla pandemia di coronavirus.

Leggi anche: Cuba, modifica al Codice di Famiglia: matrimoni e adozioni per coppie gay entro un anno

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Ultime notizie