sabato, Aprile 17, 2021

Coronavirus, “Imprenditori non licenziate, il governo aiuterà tutti”

L’emergenza Covid19 mette a dura prova le aziende, i liberi professionisti e gli imprenditori, chi insomma lavora autonomamente. Nelle ultime 24 ore si è entrati nel vivo della paura che si diffonde anche a seguito ai dati emersi da Piazza Affari, nella giornata di ieri 9 marzo. L’indice Ftse Mib ha chiuso in calo dell’11,17% a 18.475 punti, dopo un minimo di giornata a quota 18.346. È il maggiore ribasso in una sola seduta dalla nascita dell’indice nel 1998, seconda solo a quella del referendum sulla Brexit del 24 giugno 2016. Le preoccupazioni per l’economia si fanno sentire anche per le piccole e medie imprese.

“Aiuteremo tutti anche le micro imprese”

In merito la sottosegretaria al Welfare Francesca Puglisi del Pd rassicura:

Aiuteremo tutti, anche le micro imprese con 1 dipendente e chi non è coperto tradizionalmente da ammortizzatori sociali. Lo stiamo facendo in accordo con le parti sociali, le Regioni, i comuni in un clima di grande collaborazione Dunque il mio appello, soprattutto a ristoratori e gestori di bar, artigiani e imprese è di aspettare solo qualche giorno in attesa dei provvedimenti del Governo prima di prendere decisioni avventate. Fate usare le ferie semmai ancora per pochi giorni, ma non licenziate.

Aggiunge Puglisi:

In queste ore stiamo lavorando affinché nessuno sia lasciato solo nell’emergenza #Covid19. Il nostro sistema economico e produttivo sta soffrendo, ma chiedo a tutti, soprattutto agli imprenditori, di non farsi prendere dal panico licenziando in tronco lavoratrici e lavoratori.

Leggi anche: Coronavirus e Smartworking: la rivoluzione digitale del lavoro in Italia

Allargare la cassa integrazione per i dipendenti

Abbiamo sentito Andrea Bernaudo, leader dei Liberisti italiani che in seguito alla dichiarazione di Perisi, ha precisato:

L’unico aiuto che il governo può dare in questo momento è una moratoria su tutti gli F24 relativi al pagamento di tasse, imposte, contributi e mutui su tutti i titolari di una attività produttiva per consentire agli imprenditori di tenere ‘botta’ in questa fase. Non ci sono altri provvedimenti che si possono attuare, nonché quello di allargare la cassa integrazione in deroga per i dipendenti che anziché essere licenziati possono avere la cassa integrazione, anche per le micro-aziende, quelle al di sotto dei 6 dipendenti. Leggi anche: Cosa significa avere una partita Iva ai tempi del coronavirus

Ultime notizie