giovedì, Gennaio 21, 2021

Colpito da ictus, torna a parlare dopo aver rivisto il suo cane

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica con un passato nella musica e nel teatro, scrive per il web da diversi anni. Appassionata di scienza, psicologia e viaggi, ama particolarmente passare ore a discutere di personaggi e trame analizzandone caratteristiche, vittorie e incongruenze. Scrittrice di racconti e sceneggiature perché l'immaginazione spesso lo richiede. Giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Un animale domestico è un compagno per la vita. Per questo motivo molte strutture ospedaliere consentono visite a quattro zampe ai pazienti ricoverati, con notevoli benefici sulla loro salute. Un esempio lampante di quanto la presenza del proprio animale possa influire positivamente sul processo di guarigione è quello che è accaduto all’ospedale Santa Maria Nuova a Firenze, dove un paziente di 75 anni ricoverato a seguito di un ictus è stato visitato dal suo cane, Phoebe, e ha ricominciato a parlare. L’ospedale è da tempo impegnato in un progetto di Pet Visiting finalizzato all’umanizzazione delle cure, in particolare per i malati che non hanno la possibilità di muoversi. L’incontro è stato organizzato dall’assistenza infermieristica e coordinato dalla responsabile Paola Poggiali. Il reparto è stato predisposto con il necessario per accogliere Phoebe nel rispetto delle procedure di igiene e sicurezza in modo da tutelare la salute di medici, infermieri e pazienti. Francesca Ciraolo, direttrice della struttura, si è dimostrata soddisfatta dei risultati raggiunti finora:

Non è la prima volta che gli animali di affezione vengono portati nei nostri reparti, anche quelli più critici come la terapia intensiva. Ringrazio il personale per la disponibilità ad assecondare e promuovere questo importante progetto, che rappresenta un valore aggiunto nella nostra assistenza agli ammalati.

Leggi anche: “Mi ha salvato un orso, è mio amico”: bimbo di tre anni si perde nel bosco e sopravvive al gelo di Marianna Chiuchiolo

Marianna Chiuchiolo
Marianna Chiuchiolo
Laureata in Mediazione Linguistica con un passato nella musica e nel teatro, scrive per il web da diversi anni. Appassionata di scienza, psicologia e viaggi, ama particolarmente passare ore a discutere di personaggi e trame analizzandone caratteristiche, vittorie e incongruenze. Scrittrice di racconti e sceneggiature perché l'immaginazione spesso lo richiede. Giocatrice di ruolo perché immaginare storie è bellissimo, ma viverle è meglio.

Ultime notizie

Napoli, avvistata la più grande balena del Mediterraneo: sarà esposta in un museo

Avvistata una settimana fa la carcassa della balena più grande d'Italia e forse del Mediterraneo. A Napoli per l'autopsia, presto sarà pronta per la musealizzazione.

71 anni dalla morte dello scrittore visionario George Orwell, via libera alle pubblicazioni

George Orwell, il 21 gennaio 1950 a Londra moriva una delle penne...

Crisi di Governo, oggi al Colle Mattarella riceve i leader dell’opposizione

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha comunicato al capo dello Stato la volontà di rafforzare la maggioranza costituendo un nuovo gruppo centrista al Senato.

Attentato a Baghdad, kamikaze si fa esplodere in centro città: almeno 21 le vittime

Un kamikaze si è fatto esplodere nel mercato rionale nei pressi di piazza Tayaran, una delle zone più affollate del centro di Baghdad. PPN riferisce di almeno 21 persone rimaste uccise e 44 feriti.