lunedì, Gennaio 17, 2022

La Svizzera consentirà il cambio legale di genere dal primo gennaio

Le persone in Svizzera potranno cambiare legalmente genere senza operazioni o terapie ormonali, basterà una visita all'ufficio del registro civile dal 1° gennaio

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Le persone in Svizzera potranno fare il cambio legale di genere con una visita all’ufficio del registro civile dal 1° gennaio, il Paese così passa tra le file delle nazioni in prima linea all’interno del movimento europeo per l’autoidentificazione di genere.

Cambio legale di genere in Svizzera: ecco come sarà possibile effettuarlo

Cambio legale di genere in Svizzera: ecco come sarà possibile effettuarlo

La Svizzera si unisce a Irlanda, Belgio, Portogallo e Norvegia come uno dei pochi paesi del continente che consente alle persona di poter effettuare un cambio legale di genere senza terapia ormonale, diagnosi medica o ulteriori valutazioni o passaggi burocratici.

In base alle nuove regole scritte nel codice civile svizzero, chiunque abbia a partire da 16 anni, nel caso dei minorenni per coloro che non sono sotto tutela legale, potrà modificare il proprio genere e nome legale mediante autodichiarazione presso l’ufficio dello stato civile. I giovani e le persone sotto tutela degli adulti richiederanno il consenso del tutore o del genitore.

Questo segna un cambiamento rispetto all’attuale serie di standard prescritti a livello regionale in Svizzera, che spesso richiedono un certificato di un medico che confermi l’identità transgender di un individuo.

Alcuni cantoni ( le regioni semiautonome della Svizzera) richiedono anche che una persona si sottoponga a un trattamento ormonale o a una transizione anatomica per cambiare legalmente il sesso, mentre, per un cambio di nome, potrebbe essere richiesta la prova che il nuovo nome sia già stato in uso ufficiosamente per molti anni.

La Svizzera, nota da tempo come socialmente conservatrice, ha votato a settembre per legalizzare il matrimonio civile e il diritto di adottare bambini per le coppie dello stesso sesso, uno degli ultimi paesi dell’Europa occidentale a farlo.

Con le nuove regole sul cambio legale di genere, la Svizzera si unisce a solo due dozzine di paesi in tutto il mondo con l’obiettivo di separare la scelta di genere dalle procedure mediche.

Mentre alcune altre nazioni europee, tra cui Danimarca, Grecia e Francia, hanno già introdotto il cambio legale di genere senza il requisito delle procedure mediche, tra cui la chirurgia per la riassegnazione del sesso, la sterilizzazione o la valutazione psichiatrica, le loro regole richiedono ulteriori passaggi o condizioni.

La Spagna a giugno ha approvato un progetto di legge che consente a chiunque abbia più di 14 anni di cambiare sesso legalmente senza una diagnosi medica o una terapia ormonale. 

La Germania nel 2018 è diventata il primo governo europeo a introdurre una terza opzione di genere , ma nel giugno 2021 ha abbattuto due progetti di legge volti a introdurre l’autoidentificazione di genere. Un nuovo membro del parlamento transgender spera di riaffrontare presto il tema in aula.

Leggi anche: Il Gay Center di Testaccio: da 16 anni tutela i diritti e la salute delle persone Lgbt+

Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News
Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Ultime notizie