mercoledì, Ottobre 21, 2020

App Immuni. Salvini: “Io non scarico proprio nulla”

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

È già operativa in quattro regioni la App Immuni per controllare i contagi. L’applicazione del contact tracing è già stata scaricata da più di 2 milioni di persone e in sperimentazione in Abruzzo, Liguria, Marche e Puglia. Dalla prossima settimana inizierà a funzionare a pieno regime in tutta Italia. Ma Salvini dice no.

App Immuni non convince Salvini

L’applicazione che aiuterebbe a tracciare i contagi sembra non convincere pienamente alcune persone. Tra queste il leader della Lega Matteo Salvini che, commentando l’avvio della sperimentazione, ha dichiarato:

Io non scarico assolutamente nulla. Gli italiani chiedono garanzia totale nella gestione e tutela dei loro dati e fino a quando non ci sarà questa garanzia, io non scarico nulla.

Leggi anche: Meloni sul monopattino: “Surreale, mica tutti abitano in Via Condotti”

Come funziona App Immuni

L’applicazione offre la possibilità di tracciare i contatti degli individui positivi al coronavirus, nel pieno rispetto della normativa sulla privacy italiana ed europea, secondo quanto riferito dal Ministro all’Innovazione Paola Pisano. L’App Immuni è scaricabile sugli smartphone Apple iOS 13.5 e Android 6.0 e successivi. Restano esclusi ancora solo alcuni dispositivi come Huawei Mate 30, P40, Serie Y, il pieghevole Mate Xs e Honor 9X Pro, ma gli sviluppatori sarebbero già al lavoro per rendere l’applicazione al più presto compatibile. La App Immuni associa a ogni telefono un codice casuale . Ogni volta che due persone che hanno scaricato Immuni si avvicinano e restano a meno di due metri per 15 minuti, gli smartphone si scambiano i loro codici tramite Bluetooth Low Energy. Viene memorizzato il contatto, senza specificare dove è avvenuto. Leggi anche: Arriva Immuni, l’app per tracciare i contagi da Coronavirus di Catiuscia Ceccarelli

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Stanchezza da pandemia: perché siamo più tristi e tesi?

Di recente sentiamo spesso parlare di stanchezza da pandemia. Ma di cosa...

Da Federica Pellegrini a CR7, così il Covid-19 colpisce lo sport

Non solo il calcio, in queste settimane tutto lo sport italiano ha...

Tra coprifuoco e mini lockdown, la lenta chiusura dell’Italia. Ecco dove

L'ultimo Dpcm mira ad evitare un nuovo lockdown, ma non consente nemmeno...

Nuove graduatorie e concorso per la scuola

Sono ormai pubblicate in tutta Italia le graduatorie...

Lago d’Aral, la rinascita di un tesoro quasi scomparso

Un tempo era uno degli specchi d’acqua tra i più grandi al mondo, oggi è considerato uno dei più gravi disastri ambientali del Pianeta. Dagli anni 90 si lavora per la rinascita del lago d'Aral.