Antitrust restituisce 122 milioni a 600mila consumatori: “Beneficenza e sponsorizzazione li penalizzano”

L'Antitrust risarcisce i consumatori per oltre 122 milioni di euro e cita il caso Balocco: "La donazione pubblicizzata come legata alle vendite del Pandoro Pink Christmas era stata fatta dalla sola Balocco, senza alcuna partecipazione diretta dell’influencer coinvolta all'iniziativa benefica".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Nella giornata di ieri 17 aprile il presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Roberto Rustichelli, ha presentato presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio la Relazione Annuale sull’attività svolta nel 2023.

Da tale rapporto è emerso che l’Antitrust nel periodo che intercorre tra gennaio 2023 e marzo 2024 ha vagliato 34.595 segnalazioni, concludendo 102 procedimenti, 40 dei quali, si legge nel documento pubblicato sul sito ufficiale, con “accertamento dell’infrazione e 48 con accoglimento degli impegni”.

Inoltre, afferma ancora Rustichelli: “In 47 casi connotati da minore gravità l’Autorità ha disposto l’archiviazione a seguito dell’adeguamento delle imprese alle indicazioni formulate in sede di moral suasion. La suddetta attività ha consentito la restituzione a 600.000 consumatori di oltre 122 milioni di euro“.

Queste azioni acquistano una rilevanza notevole, in quanto non garantiscono solo ai consumatori maggiori tutele, ma promuovono un ‘modello di comportamento virtuoso’ delle imprese, incrementando la loro reputazione e la fidelizzazione con i clienti.

Come è cambiato oggi il modo di fare marketing?

Roberto Rustichelli affronta il tema dello sviluppo delle piattaforme digitali che ha dato vita a nuovi modelli di marketing, “caratterizzati da inedite forme di interazione tra consumatori e imprese”.

A tal proposito, infatti, gli utenti degli spazi virtuali sono più propensi ad acquistare un prodotto, spinti dalla condivisione di esperienze di consumo di altri clienti.

Rustichelli, poi, ha così sottolineato: “La strategia promozionale delle imprese si è, quindi, adeguata al nuovo contesto, valorizzando le recensioni dei consumatori nella commercializzazione di prodotti o servizi, ovvero sfruttando la visibilità degli influencer, che sono in grado di raggiungere con i propri messaggi un numero elevato di potenziali acquirenti“.

Il caso Balocco nella Relazione Annuale dell’Antitrust

Nel rapporto firmato da Rustichelli dell’Antitrust si evidenzia come la commistione tra beneficienza e sponsorizzazione penalizzi i consumatori:

A tale riguardo, meritano di essere richiamati i procedimenti volti alla repressione di comportamenti scorretti in relazione alle recensioni online e le istruttorie condotte nel settore dell’influencer marketing.

Queste ultime hanno evidenziato come il comportamento dei consumatori possa essere indebitamente pregiudicato da una comunicazione fondata su una ambigua commistione tra sponsorizzazione e iniziative di beneficenza, inducendoli a credere – contrariamente al vero – di contribuire all’iniziativa benefica attraverso l’acquisto del prodotto.

L’Antitrust, inoltre, che ha multato le società di Chiara Ferragni per una cifra pari a un milione di euro ― motivo per cui l’influencer è ricorsa al TAR in quanto si è tratta di una misura largamente sproporzionata ― ha citato il caso Balocco:


Questo profilo è stato al centro del procedimento chiuso nei confronti delle società Balocco S.p.A. Industria Dolciaria, Fenice S.r.l. e TBS Crew S.r.l. – le ultime due società riconducibili all’influencer Chiara Ferragni (PS12506) – concernente l’iniziativa Pandoro Pink Christmas.

Ad esito dell’istruttoria, l’Autorità ha accertato che la donazione pubblicizzata come legata alle vendite del Pandoro Pink Christmas era stata fatta dalla sola Balocco diversi mesi prima del lancio del prodotto sul mercato, per un ammontare in cifra fissa, privo dunque di qualunque rapporto con le quantità del prodotto vendute, e senza alcuna partecipazione diretta dell’influencer coinvolta all’iniziativa benefica.

Rustichelli assicura, inoltre, che l’Antitrust “è intervenuta per assicurare il rispetto degli obblighi di diligenza gravanti sulle piattaforme digitali che offrono servizi ai consumatori in assenza di un corrispettivo monetario”, per tutelare gli utenti più vulnerabili nel mondo del web.

Leggi anche: Caso Chiara Ferragni, il Codacons ha raccolto 255 segnalazioni da parte dei consumatori

spot_img

Correlati

Caso Scurati, Presidente Rai prima difende Serena Bortone, poi cambia idea: “Nessuna censura”

La presidente della Rai, Marinella Soldi, in commissione di Vigilanza ha chiarito alcuni aspetti...

Quando tornerà la Principessa Kate Middleton agli impegni pubblici e di cosa si occupa ora?

Come sta oggi Kate Middleton? Kensington Palace aggiorna il Regno Unito, e non solo,...

Franco Di Mare, il ricordo di parenti e amici: “Professionista nel lavoro e nella malattia ha dato coraggio agli altri”

Il giornalista ed ex direttore Franco Di Mare di Rai3 ci ha lasciati venerdì...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img