sabato, Maggio 8, 2021

Ameba mangia cervello uccide un bambino in Florida. Qual è la situazione in Italia?

L'ameba mangia cervello è un parassita che causa infezioni che uccidono le attività cerebrali degli umani. L'ultimo caso si è verificato in Florida, con la morte del giovane Tanner. La situazione in Italia sarebbe rassicurante.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Tragedia in Florida, un 13 enne Tanner Lake Wall, nuota in un lago durante un campeggio estivo e muore a causa di un’ameba mangia cervello entrata nel suo naso mentre nuotava. Il fatto risale ad agosto ma la famiglia solo ora ha trovato il coraggio di raccontare il loro dramma. Non è il primo caso. Qual è la situazione nei laghi italiani?

Che cos’è una ameba mangia cervello

In questo caso si tratta del Naegleria fowleri, un parassita che entra nel corpo umano dal naso e può arrivare fino a cervello, attraverso il nervo olfattivo fino a distruggere il tessuto cerebrale. L’ameba mangia cervello è in grado di generare la meningoencefalite amebica primaria, infezione che ha ucciso il giovane Tanner.

Leggi anche: Bergamo, muore bambino di 10 anni schiacciato in un cassonetto per abiti usati

Ucciso da una ameba mangia cervello, i sintomi

Secondo il racconto dei genitori, il giovane Tanner ha iniziato ad accusare sintomi un paio di giorni dopo la gita in campeggio, come nausea, vomito, mal di testa piuttosto forti e torcicollo. Alicia e Travis, i genitori del giovane hanno accompagnato il figlio al Putnam Community Medical Center, dove i medici avrebbero inizialmente diagnosticato un’influenza. In un altro ospedale, a Gainesville dopo una serie di analisi, i medici sono arrivati alla diagnosi. Ecco la reazione dei genitori:

Ci hanno detto che Tanner aveva un’ameba parassita e che non esisteva alcuna cura. Anche perché dopo l’inizio dei sintomi, la malattia progredisce rapidamente e di solito causa la morte entro circa 5 giorni, quindi non c’era già più nulla da fare.

Leggi anche: Percorre 320 Km per tornare a casa, muore 12enne bloccata da lockdown

Ameba mangia cervello in Italia

Ameba mangia cervello, il parassita che si trova nelle acque dolci, penetra nel naso e uccide le attività cerebrali degli umani.

Quello che è accaduto in un lago della Florida, si potrebbe verificare anche in Italia? Visto che il dramma da ameba mangia cervello che ha ucciso Tanner non è un caso isolato, la preoccupazione sale in tutto il mondo, anche in Italia. Ma il virologo Giovanni Maga, virologo dell’Istituto di genetica molecolare del Cnr di Pavia a Repubblica tranquillizza sulla situazione in Italia dove pare che non ci sia alcun pericolo e spiega che:

Il patogeno è letale ma le infezioni sono molto rare. Per quanto riguarda l’Italia il pericolo non esiste, l’influenza miete molte più vittime. Il balamuthia, amena affine al Naegleria fowleri è un protozoo teoricamente presente in tutte le zone temperate ma non è stato riportato nessun caso in Italia. È stato scoperto solo 30 anni fa, non se ne sa ancora molto, ma sappiamo che attacca spesso le scimmie e raramente gli umani. Vive in laghi, fiumi e stagni e – un modo per infettarsi – potrebbe essere che l’acqua dolce infetta entri a contatto con il nostro organismo ad esempio per ingestione.


Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie