martedì, Gennaio 26, 2021

Scuola, previsti oltre 50 mila posti in più. Azzolina: “Meno alunni per classe”

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, insieme alle Regioni, firma l’ordinanza che prevede oltre 50 mila posti in più fra docenti e ATA. Basta al sovraffollamento delle classi.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Le linee guida per la ripartenza delle attività scolastiche sono ormai note, specialmente per l’infanzia. Ora è tempo di provvedere all’organico aggiuntivo da dare alle scuole. La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, insieme alle Regioni, firma l’ordinanza che prevede oltre 50 mila posti in più fra docenti e ATA.

Scuola, riparto equo e con personale in più

L’attenzione del Miur è concentrata specialmente sulla scuola dell’infanzia e su quella primaria. L’Ordinanza stabilisce i criteri di riparto delle risorse per l’organico aggiuntivo previste dal decreto rilancio. Così da avere una migliore organizzazione delle classi negli spazi a disposizione delle scuole. Ecco il commento della Ministra:

Si tratta di oltre 977 milioni che saranno assegnati per il 50% sulla base del numero degli alunni presenti sul territorio e per il 50% sulla base delle richieste avanzate dagli Uffici Scolastici Regionali che hanno fatto la rilevazione delle esigenze delle scuole. Ringrazio i nostri direttori generali che hanno svolto un lavoro costante e puntuale. Daremo un budget a ogni Ufficio scolastico che lo tradurrà, poi, in organico. Le scuole avranno oltre 50mila unità di personale in più per la ripresa fra docenti e ATA. Priorità massima sarà data alla scuola dell’infanzia e al primo ciclo di istruzione, con particolare riferimento alla scuola primaria.

Leggi anche: Scuola, ecco come sarà il rientro per i bambini da 0 a 6 anni

Scuola, basta classi sovraffollate

L’ordinanza prevede anche criteri per ripartire anche le altre risorse per l’organico che deriveranno dallo scostamento di bilancio che prevede 1,3 miliardi per la scuola. Una parte di queste sarà, infatti, dedicata a un ulteriore incremento di personale. In vista del Decreto Agosto, secondo la Azzolina, saranno previste apposite risorse, per gli Enti locali, per l’affitto degli spazi aggiuntivi e il pagamento delle relative utenze e aggiunge:

Potremo finalmente cominciare a superare quelle norme, nate in epoca di tagli feroci alla scuola, che hanno portato al sovraffollamento delle classi. Con il decreto rilancio abbiamo infatti previsto la possibilità di derogare al numero di alunni per classe per ridurlo progressivamente. Un cammino che dovremo poi proseguire anche oltre l’emergenza.

Leggi anche: Scuola, si parte il 14 settembre. Ecco le nuove linee guida

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Ultime notizie

Cinque anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, Mattarella: “L’Egitto dia risposte adeguate”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “in questo giorno di memoria” rinnova la solidarietà alla famiglia Regeni e chiede un impegno “comune per giungere alla verità”.

Olimpiadi Tokyo 2021, Italia verso l’esclusione. Entro mercoledì la decisione del CIO

Entro mercoledì 27 gennaio arriverà la decisione del CIO sull'esclusione dell’Italia dalle...

Covid, spunta l’idea di una zona rosso scuro in Europa: cos’è e quali le regole per viaggiare

Dall'Europa arriva l'idea di istituire la zona rosso scuro per indicare dove la circolazione del virus è molto alta. Ecco cos'è, pechè è necesssaria e quali sono le regole.

Brescia, arrestato primario: “Ha indotto la morte di pazienti Covid con farmaci non idonei”

È successo a Montechiari, presidio degli Ospedali Civili di Brescia. Il primario Carlo Mosca è ora accusato di omicidio volontario.

Manifestazioni e proteste in Russia e nel mondo per la liberazione di Alexey Navalny

Mentre l'ormai noto oppositore di Putin, Alexey Navalny, è in carcere, in Russia, ma non solo, si rivendicano democrazia e libertà e si chiede la liberazione del dissidente avvelenato.