Home»New Story»Vietnam: “Questi sono i costi del progresso che stiamo inseguendo”, la denuncia di Parsifal Reparato

Vietnam: “Questi sono i costi del progresso che stiamo inseguendo”, la denuncia di Parsifal Reparato

A Nam Dinh, in Vietnam, nella fabbrica di calzature Golden Victory molte decine di lavoratrici e lavoratori sono stati intossicati da gas emessi durante le lavorazioni.

1
Condivisioni
Pinterest Google+

Un tragedia silenziosa è quella che si sta consumando nelle ultime a Nam Dinh, in Vietnam, nella fabbrica di calzature Golden Victory.

Vietnam, foto dalla fabbrica di Golden Victory.

Molte decine di lavoratrici e lavoratori sono stati intossicati da gas emessi dalla fabbrica. Le foto e i video condivisi dalle lavoratrici e dai lavoratori sono eloquenti. Questa volta il dolore inflitto sui corpi di chi ogni giorno lotta per portare il pane a casa è evidente, non c’è bisogno di perdersi in lunghi racconti su come si può perdere la vita in fabbrica ancora oggi.

 
Il problema si chiama capitalismo. Oggi è toccato ad uno stabilimento cinese, ma le condizioni di lavoro in Vietnam – così come in molti stabilimenti industriali a investimento estero e nel sud est asiatico in generale – sono degradanti e pericolose. Questo è lo scotto da pagare per chi rincorre il progresso, questo è lo scotto che tutti noi paghiamo e pagheremo fino a quando resteremo aggrappati a questo sistema produttivo estremamente pericoloso.
 

Sono circa 7000 le operaie e gli operai che lavorano in questo stabilimento cinese, al momento le informazioni arrivano con il contagocce ed i video

Vietnam, foto dalla fabbrica di Golden Victory.

postati dai lavoratori spariscono rapidamente dai social network. Le lavoratrici e i lavoratori rivendicano i propri diritti ad un lavoro sicuro e alla salute, diritti che vengono calpestati dalle aziende straniere ogni giorno.

Nei video diffusi viene fatto notare anche come il fiume adiacente alla fabbrica, nel tempo, abbia cambiato colore e di come si siano progressivamente ammalati in molti. Uno dei commenti delle lavoratrici è:
Questi sono i costi del progresso che stiamo inseguendo.
Ancora una volta solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori in Vietnam, con l’augurio che con la lotta e la solidarietà internazionale riusciremo a fermare questi crimini contro i lavoratori e contro l’umanità!

 

di Parsifal Reparato

Articolo Precedente

Di Maio: "Carcere per i grandi evasori, punto irrinunciabile"

Articolo Successivo

Licenziata da scuola senza preavviso: "Forse è perché sono transessuale"

Nessun Commento Presente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *