giovedì, Dicembre 2, 2021

Valerio Duro trovato morto sotto il Ponte di Ariccia: il 18enne era scomparso domenica

Il corpo di Valerio Duro, 18 anni da poco, è stato trovato senza vita attorno alle 22 in una zona impervia, ricca di vegetazione, sotto al ponte di Ariccia, il tristemente noto "Ponte dei suicidi”. Da quanto emerge, il giovane soffriva di depressione.

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Valerio Duro trovato morto. Era uscito domenica mattina dalla sua casa di Cinecittà, nel quadrante sud-est della Capitale. Poi, la scomparsa. Ieri sera, il triste epilogo: il corpo di Valerio Duro, 18 anni da poco, è stato trovato senza vita attorno alle 22 in una zona impervia, ricca di vegetazione, sotto al ponte di Ariccia, il tristemente noto “Ponte dei suicidi”. Il cadavere è stato ritrovato dalle forze dell’ordine e dalla protezione civile.

La scomparsa di Valerio era stata denunciata dalla famiglia ai Carabinieri della stazione del Quadraro domenica, poi anche gli amici, che hanno partecipato con lui a una festa di compleanno sabato sera, si sono attivati sui social per ritrovarlo. Alla fine, sarà la localizzazione delle celle telefoniche del cellulare del 18enne, rimasto sempre acceso, a permetterne il ritrovamento: ieri il segnale ricadeva in via della Polveriera, ad Ariccia. Qui il giovane si è diretto domenica mattina dopo essere uscito di casa, facendo perdere le proprie tracce. E, sempre qui, è stato trovato senza vita.

Cosa ci facesse Valerio in quell’area rimane un interrogativo da chiarire anche per amici, parenti e conoscenti del giovane. Il cadavere del 18enne è stato trasferito all’Istituto di Medicina Legale di Tor Vergata, dove si trova a disposizione dell’Autorità giudiziaria che disporrà l’esame autoptico per chiarire quanto accaduto.

Valerio Duro trovato morto: il giovane soffriva di depressione

Valerio Duro trovato morto: il giovane soffriva di depressione

Valerio Duro trovato morto. Il giovane frequentava la 5°C del Liceo Scientifico Isacco Newton all’Esquilino. La dirigente scolastica Cristina Costarelli ieri aveva raccontato a Leggo la personalità “normale” dello studente, descrivendolo come “un ragazzo che non ha mai mostrato segni di particolari disagi, aggiungendo che “da quando abbiamo saputo, abbiamo in testa solo lui”.

Oggi, alla notizia del ritrovamento, la dirigente è tornata a esprimere vicinanza ai genitori di Valerio, chiusi in un doloroso silenzio: “Non oso immaginare come si sentono in questo momento, quello che è accaduto è sconvolgente. Ora dobbiamo dare supporto ai suoi compagni di classe, che sono angosciati”.

In realtà, da quanto emerge, il giovane Valerio non era un ragazzo del tutto spensierato: soffriva da tempo di depressione e sarebbe questo ad averlo portato a compiere il gesto estremo. Il che spiegherebbe il ritrovamento sotto il “Ponte dei Suicidi” di Ariccia.

Nonostante ciò, un amico che era con lui alla festa sabato sera, il giorno prima del dramma, ha dichiarato a Fanpage.it che Valerio “era tranquillo, nulla nel suo comportamento lasciava presagire a un allontanamento, non ci sono state discussioni”. L’ultimo a vedere il ragazzo in vita è stato il padre: Valerio alle 6,30 era nel letto della sua camera. Poi il tragico epilogo, che ha infranto le speranze di tutti di ritrovare il 18enne in vita.

Leggi anche: Investita in bicicletta dal furgone, 11enne muore dopo un giorno di agonia

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie