domenica, Luglio 3, 2022

Vaccini dal 3 giugno per tutte le fasce d’età, Figliuolo: “In piano anche gli adolescenti”

Se arriverà il via libera dell’Aifa, dal 3 giugno potranno essere vaccinati anche gli adolescenti tra i 12 e i 15 anni

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Dal 3 giugno sarà possibile somministrare vaccini anti-Covid a tutta la popolazione italiana, anche nelle aziende. Oltre 700 aziende, come era naturale che fosse, nel corso delle scorse settimane hanno già dato la propria disponibilità.

È quanto previsto in una circolare della struttura Commissariale per l’Emergenza di Francesco Figliuolo

Vaccini dal 3 giugno per tutti: stop alla distinzione di fasce

Vaccini dal 3 giugno per tutti: stop alla distinzione di fasce

Dal 3 giugno sarà possibile somministrare vaccini anti-Covid a tutta la popolazione italiana, senza più tener conto del criterio riguardante le fasce di età.

Questo è quanto recita una circolare della struttura Commissariale per l’Emergenza di Francesco Figliuolo. Inoltre, sempre dal 3 giugno, le Regioni potranno somministrare dosi a tutte le fasce di età vaccinabili, ricorrendo a tutte le potenziali risorse, comprese le strutture aziendali.

Nelle scorse settimane oltre 700 aziende hanno dato la propria disponibiltà a effettuare vaccinazioni non appena fosse arrivato il via libera dal governo. Il possibile impiego di queste strutture, comunque, sarà deciso dai territori in base ai diversi piani regionali, nell’applicazione dello specifico protocollo previsto.

Dall’Ema via libera per gli adolescenti

Quanto alla possibilità di somministrare il vaccino agli under-16, due giorni fa è arrivato il via libera da parte dell’Ema per il vaccino anti-Covid di Pfizer/BioNTech per chi ha tra 12 e 15 anni.

Secondo il presidente dell’Aifa, Giorgio Palù “si tratta di un’autorizzazione scontata”.

Il 10 maggio l’Fda (Food and Drug Administration, l’ente governativo americano che controlla la regolarizzazione di farmaci e cibo) ha già approvato i vaccini per gli adolescenti, l’Ema li ha approvati oggi e l’Aifa recepirà questa autorizzazione entro la giornata di domani.

Secondo gli esperti dai 12 ai 15 sono raccomandati i vaccini a mRna (Pfizer). La risposta immunitaria è molto elevata e la protezione dopo la prima dose è già oltre il 90%.

Dovesse quindi arrivare il via libera dell’Aifa i vaccini dal 3 giugno potranno essere somministrati anche agli adolescenti tra i 12 e i 15 anni. Il Commissario per l’emergenza coronavirus Francesco Figliuolo ha commentato:

Ormai è molto probabile che all’inizio della settimana prossima Aifa darà il via libera. Siamo già in grado di procedere anche su questa classe.

Al momento dagli uffici del Commissario non verrà indicato un canale preferenziale per la vaccinazione di questa fascia d’età anche se le singole regioni potranno scegliere di organizzare le somministrazioni attraverso gli hub, le farmacie, i pediatri o i medici di famiglia. 

Vaccini dal 3 giugno, Figliuolo: “Gli adolescenti erano già inclusi nel piano vaccinale”

Vaccini dal 3 giugno, Figliuolo: "Gli adolescenti erano già inclusi nel piano vaccinale"

Riguardo alla vaccinazione dal 3 giugno anti-Covid ai giovani, il commissario straordinario Figliuolo, durante una visita al centro vaccinale di Bastia Umbra, ha spiegato riguardo la situazione delle somministrazioni vaccinali, che gli adolescenti erano già inclusi nel piano di vaccinazioni presentato a marzo: “Il piano delle vaccinazioni include anche la classe degli adolescenti, quelli che vanno da 12 a 15 anni”.

L’autorizzazione dell’Ema sui vaccini anti-Covid per i ragazzi tra i 12 e 15 anni è “scontata”. Lo ha detto nel corso di un’intervista rilasciata a Sky TG24 il presidente dell’Aifa Giorgio Palù:

Il 10 maggio l’Fda ha già approvato i vaccini per gli adolescenti e l’Ema li approverà oggi e l’Aifa recepirà questa autorizzazione.

Le somministrazioni per questa fascia d’età potranno quindi cominciare entro pochi giorni dopo l’autorizzazione dell’Aifa.

Per i ragazzi di questa età sono raccomandati i vaccini a mRna, la risposta immunitaria è molto elevata e la protezione dopo la prima dose è già oltre il 90%”.

Palù ha parlato del nuovo vaccino tedesco ancora però in fase di approvazione da parte dell’Ema: il Curevac.

In seguito ha poi spiegato che il vaccino Curevac, “prodotto in Germania e a tecnologia mRna, potrebbe arrivare a luglio”.

Vaccini dal 3 giugno: alcune regioni sono già partite con i giovani

Al momento tutte le regioni hanno attivato le vaccinazioni nella fascia over 40. Alcune come la Lombardia hanno aperto anche agli over 30. Ma altre hanno cominciato già a vaccinare i giovani.

È partita il 26 maggio in Sicilia, prima regione in Italia, la vaccinazione degli studenti che affronteranno l’esame di maturità il prossimo 16 giugno.

Nel Lazio le prenotazioni per i maturandi sono aperte dal 27 maggio e le vaccinazioni (Pfizer) si terranno nelle giornate del 1,2 e 3 giugno. Previsto anche un open week AstraZeneca ‘Festa della Repubblica’ aperto agli over 18 anni dal 2 al 6 giugno.

La Valle d’Aosta ha annunciato per il 2 giugno l’Astra Open Day, a cui potranno aderire tutti i cittadini di età superiore ai 18 anni.

Leggi anche: Vaccini Covid-19, Brusaferro (ISS): “Molto probabile una terza dose di vaccino”

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Ultime notizie