Ufo, tre testimoni rivelano al Congresso: “Sono più di quanto pensiamo. Non sono casi isolati”

Nuovi avvistamenti di UFO e nuove rivelazioni da parte di ex militari: "Li abbiamo avvistati anche nel 2004 e continuiamo a registrare segnalazioni".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Gli alieni esistono davvero? È quanto affermato da alcuni ex militari statunitensi che affermano di averli visti, persino più volte. Ma non solo. In questi misteriosi incontri con gli UFO, i testimoni hanno udito anche delle voci, “fenomeni inspiegabili”, secondo cui alcuni oggetti sarebbero scomparsi improvvisamente sotto i loro occhi. Per cercare di fugare i dubbi e fare luce sulla vicenda, la commissione di Controllo della Camera dei Rappresentanti del Congresso degli Stati Uniti ha preso visione di alcune testimonianze di chi afferma di aver visto oggetti non identificati e sono state avanzate delle ipotesi: l’esercito sarebbe in possesso di alcune informazioni top secret in merito agli UFO avvistati rispetto a quanto si sa fino ad ora.

Grusch, ex ufficiale dell’Aeronautica militare: “Sono al corrente di informazioni segrete”

I testimoni sono militari con lunghissime carriere alle spalle che nutrono alcuni sospetti su alcuni programmi e su incontri con alcuni oggetti volanti nei cieli degli USA, che sfidano qualsiasi leggi della fisica. Il primo che avanza queste incredibili ipotesi è David Charles Grusch, ex ufficiale dei servizi segreti dell’Aeronautica militare statunitense, che è sicuro dell’esistenza di velivoli extraterrestri, essendo in possesso di informazioni sconosciute al Congresso:

Nel 2019 sono stato informato di un programma pluridecennale di recupero e smantellamento di UAP caduti.

Ho preso la decisione, sulla base dei dati raccolti, di riferire queste notizie ai miei superiori e a diversi ispettori generali, diventando di fatto un informatore.

Spero che le mie azioni portino alla fine a un risultato positivo in termini di maggiore trasparenza.

Fravor, ex comandante della Marina: “Un oggetto è sparito improvvisamente sotto ai nostri occhi”

Anche David Fravor, un comandante della Marina statunitense ora in pensione, conferma e sostiene le dichiarazioni del suo collega. Ha offerto un resoconto di un incontro con un UAP, termine che si usa ora al posto di UFO che sta per Unidentified Aerial Phenomena, Fenomeni Aerei non Identificati”, che ha avuto egli stesso nel 2004 con altri piloti nel Golfo Persico, in particolare con un oggetto che “aveva prestazioni di gran lunga superiori ai nostri e non operava secondo i principi aerodinamici che vigono nella nostra atmosfera”:

Abbiamo notato dell’acqua biancastra al largo del nostro lato destro. Quel giorno le condizioni meteorologiche non erano distanti da quelle di una giornata perfetta.

c’era cielo sereno, venti leggeri, mare calmo e l’acqua biancastra spiccava nell’oceano blu.

Guardando tutti e quattro verso il basso abbiamo visto un piccolo oggetto bianco.

Ma mentre ci avvicinavamo, a circa mezzo miglio, con l’oggetto in questione appena alla nostra sinistra, ha accelerato improvvisamente ed è scomparso.

Anche il nostro supporto, che si trovava circa ottomila piedi sopra di noi, ha perso il contatto visivo. Anche l’acqua biancastra. Era sparita anche quella.

La tecnologia che abbiamo affrontato era di gran lunga superiore a quella di cui disponevamo. L’oggetto poteva assumere qualsiasi posizione, spostarsi in pochi secondi.

Cosa significa per l’umanità essere certi dell’esistenza degli alieni?

I dati e video raccolti dal Congresso, oltre alle scottanti testimonianze, hanno dimostrato gli incontri extraterrestri sono molti di più di quanto si pensi. I pareri di Grusch e Fravor, per altro, coincidono: gli oggetti volanti nel cielo non solo stati sono avvistati, ma sono stati anche rilevati dai radar, sebbene questo ultimo aspetto non sia mai stato reso note all’opinione pubblica.

Anche Ryan Graves, un ex pilota, racconta di aver contribuito a fondare Americans for Safe Aerospace, un gruppo ” che è diventato un rifugio per più di trenta testimoni di UAP che in precedenza non si erano espressi”:

La maggior parte di loro, tuttavia, non vuole parlare pubblicamente. Vogliono solo aggiungere il loro racconto all’insieme dei dati.

Questo elevato numero di segnalazioni apre la strada per il Congresso ad indagini più approfondite. Cosa si cela dietro a questi avvistamenti? E, dal momento che la presenza degli UAP sembrerebbe accertata, si aprirebbe anche una strada per una convivenza pacifica con gli alieni? Bisogna tenere gli occhi aperti verso il cielo.

Leggi anche: La CIA svela i dossier UFO, sono migliaia gli avvistamenti nel secolo scorso

spot_img

Correlati

Kate Middleton, la salute che migliora, le parole di William e le ultime notizie da Palazzo

Come sta Kate Middleton? Qualche giorno fa il "Daily Mail" ha reso noto che...

Arriva il nuovo anticiclone africano Scipione: “Temperature fino a 40 gradi”

Sta per arrivare in tutta Italia il primo anticiclone africano soprannominato Scipione. A dirlo...

Non faremo più la fila grazie al decreto liste d’attesa: cos’è e come funziona

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge e il disegno di legge...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img