Terremoto Turchia, “Rientrata allerta in Italia”

Nella notte il sisma di magnitudo 7.9 ha colpito la Turchia al confine con la Siria. Non si contano i danni e le vittime.

Rosarianna Romano
Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.
spot_img

Terremoto Turchia di magnitudo 7.8: avvenuto alle 4:17 del mattino (le 2:17 ora italiana), ha avuto il suo epicentro nei pressi di Gaziantep, città del sud est della Turchia a una cinquantina di chilometri dal confine siriano.

Centinaia gli edifici distrutti dal sisma. Sono oltre 700 le persone che hanno perso la vita. Si tratta di una scossa di enorme potenza se si considera che i terremoti dell’Aquila e Amatrice avevano raggiunto una magnitudo rispettivamente di magnitudo 6,3 e 6,5. 

Terremoto Turchia: i danni

Terremoto Turchia: tanti i danni nella notte. Oltre alle abitazioni, è quasi completamente crollata la Chiesa dell’Annunciazione di Iskenderun, cattedrale cattolica risalente al 19esimo secolo. Ridotto a un cumulo di macerie il castello di Gaziantep, struttura di epoca romana costruita nel terzo secolo. Le operazioni di soccorso continuano, si stima che moltissime persone siano ancora sotto le macerie.

Per adesso, il bilancio è di almeno 284 i morti e 2.323 feriti nelle province turche interessate dal sisma (Adana, Malatya, Gaziantep, Diyarbakir, Hatay, Adiyaman, Osmaniye, Sanliurfa e Kahramanmaras) ma sembra sia destinato a salire. Il prefetto di Kahramanmaras, una delle province colpite, ha detto che “non è ancora possibile capire quante siano le vittime”.

Nel nord della Siria, invece, almeno 427 persone hanno perso la vita. Lo ha fatto sapere la tv di Stato turca Trt. La ong di protezione civile siriana White Helmets (Caschi Bianchi) ha dichiarato lo stato di emergenza nel nord-est del Paese e ha lanciato un appello alle organizzazioni umanitarie internazionali affinché intervengano con aiuti in tempi rapidi.

Revocata allerta maremoto

Il Dipartimento della Protezione Civile aveva inizialmente diramato un allarme per un possibile maremoto anche nel sud Italia a causa del sisma in Turchia, ma l’allerta è stata successivamente revocata. È rientrata l’allerta tsunami, così come è ripresa la circolazione ferroviaria prima sospesa per precauzione in Sicilia, Calabria e Puglia.

Terremoto Turchia: gli Stati Uniti hanno dato la disponibilità ad inviare “qualsiasi tipo di assistenza” ad Ankara mentre dall’Azerbaigian è già stata inviata una squadra di 370 persone per aiutare nei soccorsi. Il terremoto è stato avvertito anche nelle province centrali della Turchia e anche in Israele.

Terremoto Turchia: le parole di Tajani

Mentre l’Alto Rappresentante per la Politica Estera Josep Borrell, specifica che l”Ue è pronta ad aiutare’, anche il ministro degli esteri Antonio Tajani conferma la sua vicinanza:

Sono vicino al popolo turco colpito da un violento terremoto che ha provocato moltissime vittime. Non mancherà l’aiuto dell’Italia. Il ministero degli Esteri sta contattando tutti gli italiani che vivono nella regione colpita dal sisma. Ho appena parlato con il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu per esprimergli la vicinanza dell’Italia e per mettere a disposizione la nostra Protezione civile.

Leggi anche: Dopo 42 anni incontrano il bimbo che salvarono: “Gli angeli del terremoto di Irpinia”

spot_img

Correlati

Kate Middleton, la salute che migliora, le parole di William e le ultime notizie da Palazzo

Come sta Kate Middleton? Qualche giorno fa il "Daily Mail" ha reso noto che...

Arriva il nuovo anticiclone africano Scipione: “Temperature fino a 40 gradi”

Sta per arrivare in tutta Italia il primo anticiclone africano soprannominato Scipione. A dirlo...

Non faremo più la fila grazie al decreto liste d’attesa: cos’è e come funziona

Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto legge e il disegno di legge...
Rosarianna Romano
Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.
spot_img