giovedì, Giugno 30, 2022

La ‘squadra dei migliori’: da Topolino alle ruspe, ecco tutti gli strafalcioni dei sottosegretari

La squadra è stata completata con i 39 neo-sottosegretari, ma è davvero il governo dei migliori? Ecco tutti gli strafalcioni e le gaffes dei politici.

Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

Due giorni fa, i 39 neo-sottosegretari e viceministri hanno fatto giuramento nella sala dei galeoni di palazzo Chigi dinanzi al premier Mario Draghi e al sottosegretario della presidenza del Consiglio Roberto Garofoli.

La nuova squadra di sottogoverno comprende 19 donne e 20 uomini e costringerà alcuni a qualche ripensamento. Ecco strafalcioni e gaffes del passato più o meno recente dei nuovi sottosegretari.

Squadra Draghi, sottosegretario Carlo Sibilia 4 anni fa twittava: “Draghi andrebbe arrestato”

Il nuovo sottosegretario agli Interni del governo Draghi è Carlo Sibilia, esponente del Movimento 5 Stelle, già sottosegretario agli Interni nel Conte bis.

Sibilia negli anni ha dichiarato di non credere allo sbarco sulla Luna e si è detto contrario alle vaccinazioni obbligatorie. Una delle sue proposte di legge è quella per consentire il matrimonio di gruppo o “tra specie diverse”.

Non solo, il nuovo sottosegretario all’Interno del M5S, l’11 febbraio 2017 in un tweet prima ha dato del «bankster» (crasi di «banker» e «gangster») a Mario Draghi e poi ha scritto che «andrebbe arrestato».

Leggi anche: Governo Draghi, la nuova squadra è al completo, ma agli italiani non piace

Squadra Draghi, la sottosegretaria Stefania Pucciarelli e i forni crematori per gli stranieri

squadra draghi e strafalcioni della Neo-sottosegretaria stefania pucciarelli

La senatrice della Lega Stefania Pucciarelli sarà sottosegretaria al ministero della Difesa guidato dal Pd Lorenzo Guerini.

La Pucciarelli è stata vittima di una “distrazione” come lei stessa l’ha definita. Durante il governo Conte 1 fu nominata presidente della Commissione diritti umani, e, a un certo punto è apparso un suo like a un commento su Facebook.

Fin qui, nulla di strano. Ma il commento dove è comparso il like della Pucciarelli parlava di un fantomatico forno crematorio da dare agli stranieri invece della casa popolare.

Ovviamente, all’epoca sono arrivate subito le scuse:

Il mio like è frutto di una distrazione. Non ho letto interamente il contenuto del commento. Di questo mi scuso, e prendo doverosamente le distanze da simili affermazioni. I forni sono un triste ricordo del passato che nessuno, tantomeno io, intende restaurare.

Ci crediamo? Ma sì. Però, un anno dopo, è apparso un suo post con la foto di una ruspa che abbatte un campo nomadi. E un video in treno in cui si lamentava di essere:

Unica italiana in un vagone di stranieri privi di biglietto. Grazie Pd. Grazie Renzi. Grazie 5S.

Chissà se il tenore dei post cambierà ora che si ritrova sottosegretaria di un ministro del Pd.

Lucia Borgonzoni, sottosegretaria alla cultura: “Non leggo un libro da tre anni”

squadra draghi e strafalcioni della Neo-sottosegretaria Borgonzoni.

Lucia Borgonzoni della Lega nominata sottosegretaria alla Cultura, in passato si è vantata di non leggere un libro da tre anni. A Un Giorno da Pecora il 2 luglio 2018, ha dichiarato:

L’unica cosa che ho riletto per svago è Il castello di Kafka, tre anni fa.

Quando era stata nominata Sottosegretaria alla Cultura nel governo Conte 1 aveva promesso che si sarebbe dedicata alla cultura magari più al cinema e a teatro. Speriamo, che, nel frattempo abbia ricominciato a leggere visto che i cinema sono chiusi ormai da ottobre scorso.

Squadra Draghi, sottosegretario Rossano Sasso: cita Dante, ma è Topolino

squadra draghi e strafalcioni del Neo-sottosegretari Sasso.

“Chi si ferma è perduto, mille anni ogni minuto” aveva scritto Rossano Sasso pensando di citare Dante Alighieri. Peccato che la sua frase sia di Topolino.

La frase, intatti, è stata pronunciata sì da Dante. Ma dal Dante-Topolino di un albo risalente a più di settant’anni fa. Si chiamava “L’Inferno di Topolino“, ed era una serie di fumetti pubblicati fra il 1949 e il 1950 in cui Mickey Mouse personificava il sommo poeta.

Gianmarco Centinaio, sottosegretario alle politiche agricole: il suo indirizzo mail era terronsgohome@yahoo.it

squadra draghi e strafalcioni del Neo-sottosegretario Centinaio.

Gianmarco Centinaio della Lega, già ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali nel primo governo Conte, ci regala qualcosa di davvero curioso.

Tutti noi abbiamo avuto una mail da bambini e adolescenti, magari con il nome del proprio fidanzato o di qualche componente dei Backstreet Boys. Ma la mail di Centinaio era terronsgohome@yahoo.it. Sì, avete letto bene.

In un’intervista del 2018, Centinaio ha spiegato che:

Era una roba che avevo aperto da ragazzino, negli anni ’90, ma è chiusa da tempo.

Sarà, ma ancora nel 2017, quando era capogruppo della Lega al Senato, era stato sentito urlare “terroni di merda” durante la discussione della legge sullo Ius soli.

Squadra Draghi, Manlio Di Stefano e la differenza tra “libici” e “libanesi”

squadra draghi e strafalcioni del Neo-sottosegretari Manlio Di Stefano.

Chissà se nel frattempo Manlio Di Stefano, sottosegretario agli Esteri del M5S, avrà imparato a evitare confusioni lessicali tra «libici» e «libanesi». Dopo l’attentato a Beirut twittò:

Un abbraccio agli amici libici.

Tra i tanti strafalcioni, non può mancare quello di Nicola Morra che confuse Verga con Pirandello quando commentò il sequestro di 7 milioni operato dalla Dia a Messina:

Non c’è soddisfazione più grande che togliergli la #roba, pirandellianamente parlando.

Ultima, ma non meno importante la viceministra all’Economia Laura Castelli del Movimento 5 Stelle. Speriamo che, almeno nelle riunioni con Draghi, eviti di contestargli che quelle sull’economia siano sue opinioni personali. Infatti, quando l’ex ministro Carlo Padoan cercava di spiegare con argomentazioni tecniche gli effetti sui mutui dell’aumento dello spread, lei controbatté:

Questo lo dice lei.

Leggi anche: Chi sono i nuovi ministri del Governo Draghi? Chi conosciamo e chi no

Silvia Aldi
Classe 1990, laureata in Scienze Politiche con una specializzazione in Comunicazione pubblica Internazionale. Amante della storia sin da piccola e appassionata di grandi classici della letteratura italiana. Si auto definisce una sognatrice che tende a considerare sempre il bicchiere mezzo pieno anche nelle situazioni più critiche. Altri segni particolari? Appassionata di calcio e tifosissima!

Ultime notizie