sabato, Maggio 21, 2022

Roma, sorelle morte in casa da 3 giorni, ma nessuno se ne accorge: cosa è successo

Un dramma che si è consumato nella solitudine quello di due sorelle residenti a Roma: le donne, rispettivamente 75 e 76 anni, sono state trovate morte ieri mattina dalla Polizia nella loro abitazione. Tutte le ipotesi degli inquirenti.

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Tragedia a Roma: sorelle trovate morte in casa da giorni, senza che nessuno se ne accorgesse.

Un dramma che si è consumato nella solitudine quello di due sorelle residenti a Roma, in zona San Lorenzo. Le donne, rispettivamente 75 e 76 anni, sono state trovate morte ieri mattina dalla Polizia nella loro abitazione.

A richiedere l’intervento degli agenti è stato il fratello, che vive in un appartamento adiacente a quello delle due sorelle. L’uomo, che dal 13 gennaio è ricoverato d’urgenza al policlinico Umberto I perché gravemente malato, ha chiamato il 112 preoccupato dal fatto di non riuscire più a sentirle: il telefono fisso squillava a vuoto ogni volta. Così ha tentato di contattare i vicini, ma senza successo. Sarà a quel punto che si rivolgerà al numero unico per le emergenze (Nue).

L’intervento dei Vigili del fuoco e dei poliziotti del Commissariato Sant’Ippolito all’interno del palazzo di via Tiburtina è stato immediato. Non ricevendo risposta dalle due sorelle dall’interno dell’abitazione al terzo piano, gli agenti hanno deciso di entrare. Da qui, la macabra scoperta: il corpo senza vita della più grande nel letto della sua camera e il cadavere della più piccola a terra, disteso sul pavimento del salone.

Sorelle trovate morte in casa: escluse le ipotesi di rapina e incidente domestico

Sorelle trovate morte in casa: escluse le ipotesi di rapina e incidente domestico

Sorelle trovate morte in casa: i nodi da sciogliere rimangono ancora molti. Qualcuno aveva fatto visita alle due sorelle? Come è potuto accadere che una sia morta senza che l’altra abbia chiamato i soccorsi? Ma, soprattutto: come sono morte? Sarà l’autopsia, disposta dall’autorità giudiziaria, a rispondere a quest’ultima domanda e a fugare ogni dubbio: le salme delle due donne sono state già trasferite all’obitorio del Verano.

Gli inquirenti, al momento, escludono che la morte delle due sorelle sia stata causata da rapine o da episodi di violenza: la porta era chiusa dall’interno (anche se non a chiave), la casa era in ordine, non c’era traccia di effrazioni né alle finestre né al balcone. Fuori discussione anche che si sia trattato di un incidente domestico: in casa non sono state trovate stufette e non ci sono tracce di fughe di gas.

Trovate sorelle morte in casa: le ipotesi, si attende l’autopsia

Quel che è sicuro è che la morte abbia colpito le sorelle in momenti diversi. Lo ha accertato il medico legale, che ha chiarito come le due si siano spente a ore di distanza l’una dall’altra. Per prima sarebbe morta la sorella maggiore, poi sarebbe toccato alla minore.

Sulle cause del decesso si entra nel campo delle ipotesi: entrambe erano cardiopatiche, una delle due aveva problemi psichiatrici, come è stato riferito dal fratello e da alcuni vicini. Forse, dopo il decesso della maggiore, l’altra sorella è stata presa dal dolore e dallo spavento ed è stata colta da un malore prima di riuscire a chiamare i soccorsi. Oppure, le due potrebbero essere morte a causa del Covid, anche se non erano né positive né in isolamento al momento del decesso.

Quel che è certo è che per tre giorni nessuno si è accorto della morte di due persone: né vicini, né parenti, né amici. Una tragedia nella tragedia, fatta di morte, ma soprattutto di solitudine ed indifferenza.

Leggi anche: Crollo gru a Torino, la verità sulla strage in un foglio lasciato nella cabina di manovra

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie