martedì, Aprile 20, 2021

Coronavirus: “Siamo scappate dalla quarantena”

Due donne russe in quarantena per una sospetta infezione da Coronavirus sono sotto l’occhio della stampa mondiale a causa della loro evasione dalle strutture ospedaliere. Di rientro da una trasferta nella regione cinese di Hainan, Guzel Neder era stata ricoverata insieme con il figlio in un ospedale di Samara, sulle rive del Volga, mentre Alla Ilyina in una struttura di San Pietroburgo. Trattenute nonostante l’esito negativo dei test, le condizioni del ricovero non erano state giudicate sopportabili dalle due, che hanno trovato il modo di fuggire, documentando poi le rispettive avventure su Instagram. Guzel ha denunciato la scarsa cooperatività dei medici e un atteggiamento lassista e per nulla attento alle procedure di protezione. Dopo giorni di richieste inascoltate, la donna è evasa calandosi da una finestra. Ancora più avventurosa la storia di Iyina, confinata in una stanza dalle scarse condizioni igieniche da cui è fuggita manomettendo una serratura elettronica. Il caso è stato riportato prima dai giornali nazionali ed è poi rimbalzato sulle testate di tutto il mondo. Leggi anche: CORONAVIRUS: LE RISPOSTE ALLE 5 DOMANDE PIÙ FREQUENTI

Ultime notizie