domenica, Giugno 20, 2021

Sara Turetta, dall’Italia alla Romania: spendere la vita per salvare i cani randagi

Sara Turetta e la sua Associazione Save the dogs sono conosciute a livello internazionale e rappresentano un aiuto per tanti cani randagi in difficoltà.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ci sono differenti tipi di persone. Persone come Sara Turetta che decidono di seguire un moto interiore e organizzare la propria vita in base a quest’esigenza profonda, a discapito di tante altre cose, a volte anche importanti. E poi c’è chi vive la vita in modo consuetudinario, mediocre per alcuni, molto concentrato su se stesso. Potremmo parlare di vocazione, per il primo tipo di persone, che ad un certo punto della loro vita decidono di lasciare tutto per seguire questo ideale di bene. Può essere il fuoco sacro che brucia nel petto del futuro medico o l’amore per Dio e per i poveri come per Madre Teresa di Calcutta. Tante sono le vocazioni ma a volte ci si accontenta di un’esistenza piccolo borghese, nel senso stretto del termine, senza nulla togliere alla piccola borghesia. Vediamo cosa ha spinto Sara Turetta alla decisione di lasciare l’Italia per recarsi in Romania a salvare la vita dei cani randagi.

Chi è Sara Turetta?

Sara Turetta_cani randagi
Sara Turetta.

Sara Turetta è nata a Vercelli nel 1973. Da impiegata in una prestigiosa agenzia di pubblicità, la Saatchi & Saatchi di Milano, nel 2002 decide di dedicarsi esclusivamente alla situazione dei cani randagi in Romania, testimone in prima persona dei maltrattamenti durante un viaggio nell’estate del 2001. Si trasferisce a Cernavoda, nel sud-est della Romania, per gestire il nascente programma di sterilizzazione. Qui fonda l’Associazione Onlus Save the dogs, nata proprio per far fronte alla situazione di randagismo del paese. L’Associazione ha creato in Romania una clinica veterinaria, con annesso rifugio, e una clinica mobile in modo da raggiungere le aree rurali di tutta la provincia. Save the dogs ha acquisito un nome a livello internazionale e consta di 40 persone assunte che si occupano di prevenzione del randagismo, adozioni internazionali, assistenza medico-veterinaria per le persone più povere della Provincia. Oggi Sara si divide tra la sede milanese dell’associazione a Milano e la Romania. Da amante anche dei gatti ha aperto di recente un gattile, sempre in Romania.

Leggi anche: A Dubai strage di gatti e cani randagi per l’Expo: “Animali lasciati morire nel deserto”

Sara Turetta e il libro sulla sua vita

Sara Turetta_libro
Sara Turetta e il suo libro I cani, la mia vita.

Susanna Tamaro in un suo recente articolo racconta come si sia imbattuta nel libro di Sara Turetta, I cani, la mia vita, e di come sia rimasta affascinata da questa incredibile donna. Ci vuole coraggio, determinazione e tante altre qualità per lasciare tutte le proprie certezze solo per un ideale, per quanto brillante possa essere. Ed è quello che ha fatto Sara. Ecco come si è espressa la Tamaro riguardo al libro della Turetta sul Corriere della Sera:

Si potrebbe pensare che si tratti dell’ennesima raccolta di storie commoventi, magari condite con un pizzico di sentimentalismo, ma sarebbe una falsa impressione perché questa autobiografia in forma canina è piuttosto un viaggio nella dimensione dostoevskiana dell’esistere e una testimonianza di quella straordinaria forma di vita che si chiama vocazione.

Leggi anche: Cani, le razze sconsigliate secondo i veterinari

Il progetto di Sara Turetta in Italia

Sara Turetta
Sara Turetta, fondatrice dell’Associazione Save the dogs.

Dal 2019 l’associazione di Sara Turetta, Save the dogs, ha iniziato a occuparsi anche della situazione nel nostro paese ed ha lanciato il progetto: Non uno di troppo, li amiamo e li sterilizziamo. Il progetto è nato per promuovere la sterilizzazione dei cani e per combattere il randagismo in particolare nella zona compresa tra Napoli e Castel Volturno.

Il pensiero di Sara riguardo alla nostra primaria responsabilità verso le specie animali è espresso nel suo libro. Ecco uno stralcio:

Sono profondamente convinta che la salvezza delle specie animali dipenda unicamente dalle nostre scelte: considerare l’estinzione dell’essere umano come la soluzione di tutti i problemi è un grande inganno.

Solo l’evoluzione interiore dell’umanità e il nostro impegno concreto possono fare la differenza e compensare tutto il male che l’umanità, purtroppo, infligge alle creature di questo mondo.

Leggi anche: 11 foto di cani emozionanti

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie