Sanremo 2024, tra i super ospiti c’è anche John Travolta

È stato appena annunciato un nuovo ospite a Sanremo: John Travolta sarà sul palco dell'Ariston. A quando risale la sua ultima partecipazione?

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

John Travolta sarà al Festival di Sanremo. Dopo l’annuncio della partecipazione di Fiorello e Amadeus domenica 4 febbraio a Che Tempo Che Fa per svelare nuovi dettagli, proprio quest’ultimo al TG 1 delle 13:30 ha fatto un’altra rivelazione in merito agli ospiti della Kermesse. Non ci sarà solo Russell Crowe, ma varcherà il palco dell’Ariston anche Tony Manero, “l’attore che ha fatto ballare milioni di generazioni”. Ma questa non è la sua prima volta all’Ariston: a che anno risale la sua scorsa partecipazione?

John Travolta è un volto noto al Festival di Sanremo

John Travolta farà ora ritorno al Festival di Sanremo dopo quasi dieci anni. Infatti, era già stato invitato nel 2006 quando il direttore artistico e conduttore era Giorgio Panariello e in quell’occasione si è reso partecipe di una gag assieme a Victoria Cabello. L’attore protagonista di capolavori del cinema come Pulp Fiction, Grease, Hairspray, Urban Cowboy, La febbre del sabato sera prenderà parte alla kermesse pochi giorni prima del suo 70esimo compleanno, essendo nato il 18 febbraio.

Perché Amadeus è particolarmente legato a John Travolta?

Amadeus è legato particolarmente a John Travolta per un motivo ben preciso: è proprio grazie a lui se ha deciso di fare il conduttore TV. Come ha rivelato in un’intervista a “Ciak Magazine” nel 2022, è stata la visione di La febbre del sabato sera che gli ha fatto capire quale sarebbe stata la sua strada, quella del piccolo schermo:

Avevo 15 anni, ero un ragazzo timido e passavo le ore da solo in cameretta ad allenarmi a fare il deejay, finché una sera andai in un cinema del centro a Verona, dove vivevo, a vedere La febbre del sabato sera.

Sono andato con un paio di amici e rimasi folgorato, in primis dalla musica, la più bella colonna sonora di tutti i tempi.

Era un film molto semplice, forse basico, ma quando l’ho visto ho realizzato che avrei voluto essere come John Travolta.

Quando era al centro della pista aveva le attenzioni di tutti.

Ho avuto uno scatto psicologico, non volevo più restare chiuso nella mia stanza, volevo stare al centro della mia pista.

Sono tornato a vedere il film otto volte nel giro di un mese, conoscevo a memoria i passi e le battute.

Di lì a poco mi chiamarono per un provino a una radio di Verona. Era il ‘77, poi è partito tutto.


Leggi anche: Perché Amadeus, Fiorello e i Big di Sanremo potranno essere di nuovo ospiti a Che Tempo Che Fa?

spot_img

Correlati

Maria De Filippi al Teatro Parioli: “Ecco perché non ho mai parlato di Maurizio prima”

Maria De Filippi ha riaperto ieri sera le porte del Teatro Parioli, conducendo con...

Luciana Littizzetto dedica una lettera a Costanzo: “Senza di te la TV non è più la stessa”

Durante lo speciale andato in onda ieri sera su Canale 5, Dedicato a... Maurizio...

Maurizio Costanzo, quando va in onda lo speciale, a che ora e chi sono gli ospiti

Il 24 febbraio del 2023 ci ha lasciato uno dei conduttori e giornalisti più...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img