domenica, Agosto 7, 2022

Chi è Salvatore Aranzulla, blogger e divulgatore informatico più letto d’Italia

Salvatore Aranzulla è riuscito a trasformare la tecnologia, quella che era la sua più grande passione, in lavoro. Conosciamolo meglio.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Salvatore Aranzulla ha creato il sito internet Aranzulla.it seguito da milioni di persone che vi accedono per risolvere i diversi problemi che hanno con la tecnologia.

Salvatore nasce a Mirabella Imbaccari, un piccolo paese in provincia di Catania. La sua passione per i computer si sviluppa sin da quando era bambino. A soli 17 anni apre già il suo sito internet. Oggi Salvatore Aranzulla è un imprenditore digitale che ha saputo trasformare la sua passione in lavoro, grazie alla quale fattura 3,8 milioni.

La sua recente intervista ha creato una certa risonanza soprattutto per le sue rivelazioni riguardo al suo stile di vita preciso e metodico.

Salvatore Aranzulla: un perfetto self-made man

Salvatore Aranzulla_

Salvatore Aranzulla ha 32 anni, va a dormire alle 22 e si sveglia alle 7.10 per fare una passeggiata e chiarirsi le idee su cosa fare durante la giornata. Vive con la sua compagna Sabrina in un attico nel quartiere Citylife di Milano. Lavorando da casa questa è stata progettata con bottoni d’allarme in ogni stanza, 50 punti luce, un impianto che cambia l’aria ogni ora e con le guardie armate in giardino.

Aranzulla ha dichiarato in una recente intervista al Corriere che per i guadagni che ha potrebbe anche non lavorare. Ecco cosa ha detto:

Potrei non lavorare più. Lo faccio perché mi piace. Ma appena metto il naso fuori dall’ufficio impazzisco: il mondo del lavoro è pieno di scappati di casa.

Poi un affondo sulle aziende e sui genitori che tendono a difendere sempre i loro figli:

Le aziende assumono giovani incapaci per risparmiare. Ci ho a che fare ogni giorno. Vogliono un testimonial. Dicono: fissiamo una call. Io chiedo prima: avete il budget? Risposta: per ora no, ma sentiamoci lo stesso, anche solo per raccontarci le vacanze. Le vacanze? Ma che lavoro fa questa gente illicenziabile?

Quando sono venuto a Milano, a diciott’anni, il mio sito fruttava 36mila euro l’anno. Ci dovevo pagare le tasse, l’affitto, la retta in Bocconi. Non è che potessi non lavorare.

Oggi mi pare che i genitori difendano sempre i figli, facendone imbecilli. I modelli sono rapper analfabeti e tiktoker che lasciano la scuola. Cambia l’algoritmo, e vanno in rovina. A cinquant’anni chi si occuperà di loro?

Salvatore Aranzulla e gli attacchi di panico

Salvatore Aranzulla ha inoltre specificato di soffrire di attacchi di panico e di aver cambiato già due terapeuti:

Avevo una colite ulcerosa da stress e attacchi di panico. Ma mi è parso inutile. Se il capo di una grande azienda mi dà un consiglio, lo ascolto. Ma a queste persone non davo molto valore.

Gli attacchi di panico sono iniziati quando in palestra sono svenuto sotto un bilanciere da cento chili. Potevo morire. Di lì ho iniziato a soffrirne. Ne ho parlato in una seduta, e ho avuto un attacco anche lì. La terapeuta non sapeva che fare. Mi aiutò Sabrina, che venne a prendermi.

Salvatore Aranzulla: la compagna, il futuro figlio e l’hobby per la palestra

Aranzulla vive con la compagna ma per ora la coppia non ha figli. Il blogger tiene a specificare che qualora ce ne sarà uno non dormirà con lui, essendo il sonno molto importante sia per la difficoltà che ha nell’addormentarsi e sia per il difficile lavoro che svolge di programmazione.

Il suo recente hobby è la palestra, che ha preso sul serio come del resto ogni aspetto della sua esistenza:

Ho il 13% di massa grassa, sto lavorando per scendere a 12. Perfetti si è a 8%, ma alcune funzioni fisiche sono a rischio. Segno su una app le calorie.

Leggi anche: Chi è Maria Stella, la sorella di Giovanni Allevi che si è tolta la vita

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie