venerdì, Luglio 10, 2020

Chi è Rudolph Ingram, il bimbo più veloce del mondo

2
Federica Tuseo
Federica Tuseohttp://ildigitale.it
Federica Tuseo. Classe 1994. Redattrice. Nomade digitale, alla costante ricerca di novità e sempre pronta a partire per girare il mondo, raccontando storie di vita vissuta. Una laurea triennale in Lingue e culture moderne ed una magistrale in Media, comunicazione digitale e giornalismo. Web, startup e innovazione sono i suoi orizzonti di ricerca.

Mio padre mi ha detto che bisogna vincere mentalmente per poi farlo fisicamente. Sono il numero #1 ancora prima dell’inizio della gara.

Queste le parole in un post di Rudolph Ingram, il bambino prodigio di Tampa che ha solo sette anni ma già corre veloce come il vento. Uno spettacolo vederlo polverizzare tutti i suoi avversari su quel percorso rettilineo, che lascia increduli e fa subito pensare ad un brillante futuro da atleta professionista. Con i suoi 100 metri piani in soli 13’’48, Rudolph sembra essere l’erede di Usain Bolt. Infatti, è assurdo pensare che, in una gara ipotetica fra il piccolo Ingram e Bolt, il velocista giamaicano vincerebbe con soli 40 metri di differenza. Impressionante se si pensa che il primo è poco più alto delle gambe di Bolt, ma riesce comunque a mantenere una falcata da vero professionista.

Veloce come un fulmine

Una foto di Rudolph Ingram, rubata in corsa.
Questa sua performace nelle gare under 14 di atletica, ripresa in un video condiviso su Instagram, è la prestazione più veloce nella storia dello sport preadolescenziale. Ha sicuramente ereditato il gene della velocità, per lui questa è una dote naturale, ma è sicuramente accompagnata dal forte sostegno familiare. Suo padre in particolare, nonché suo coach, sta letteralmente plasmando il figlio come un vero campione. È Rudolph Senior Ingram a creare un profilo Instagram che mostra le imprese del piccolo atleta e dimostra il forte orgoglio nel vederlo correre su quelle piste rosse da running. Incredibilmente Ingram brucia le tappe anche sui social: al momento più di 350 mila follower sul suo profilo @blaze_813. Leggi anche: Aveva 25 anni, cinque più di me. Io sono vivo, lui è morto.

Promettente atleta, studente diligente

Tutti lo chiamano”Blake”.
Rudolph attira l’attenzione di tutti grazie alla rapidità dei suoi passi, ma le sue capacità non si fermano qui. Sappiamo, infatti, che il soprannome con cui lo chiamano tutti, ossia Blake, è legato al suo amore per il football americano, sport che pratica parallelamente alla corsa. Ha detto il piccolo:

Lavoro duramente per dare il massimo per i miei compagni di squadra. Voglio mostrare loro che dobbiamo dare tutto ciò che abbiamo. Se non sanno come fare qualcosa, mostro loro come farlo.

Inoltre, non solo parliamo di una promettente stella del mondo dell’atletica, ma anche di uno che se la cava bene tra i banchi di scuola. Ha spiegato il padre del bambino:

Non solo è un mago in pista, ma sta anche facendo bene a scuola con ottimi voti in scienze, introduzione ai computer, musica, lingue ed educazione fisica.

Insomma, date le premesse, credo che il mondo dello sport sentirà ancora parlare di lui in futuro. di Federica Tuseo

Federica Tuseo
Federica Tuseohttp://ildigitale.it
Federica Tuseo. Classe 1994. Redattrice. Nomade digitale, alla costante ricerca di novità e sempre pronta a partire per girare il mondo, raccontando storie di vita vissuta. Una laurea triennale in Lingue e culture moderne ed una magistrale in Media, comunicazione digitale e giornalismo. Web, startup e innovazione sono i suoi orizzonti di ricerca.

Correlati

Saniniu Laizer, milionario all’improvviso. “Costruirò una scuola per il mio villaggio”

Saniniu ha trovato due pietre preziose che, ad oggi, sono i più grandi frammenti di tanzanite mai rinvenuti su territorio africano. Il Governo, in cambio delle due pietre ha pagato al minatore il corrispettivo di 2,9 milioni di euro.

La storia di Masih che tolse il velo: “La prossima rivoluzione sarà femminista”

Di origine iraniana, Masih Alinejad è diventata attivista quasi per caso. Cinque anni fa rivendicava la libertà di mostrare i capelli e il suo coraggio ha ispirato la lotta delle donne iraniane. Il regime ora la ricatta: “Da cittadina statunitense citerò in giudizio la Repubblica islamica”

Popolari

Daniela Zanardi: “Fate di tutto per salvare Alex, purché ci sia speranza”

Il nuovo bollettino medico parla di rischio di eventi avversi che potrebbero aggravare ulteriormente le condizioni del campione. La moglie è con lui ma eviterebbe l'accanimento terapeutico.

Calendario Maya: il mondo finirà il 21 giugno 2020?

Secondo un’errata interpretazione del calendario, la vera fine del mondo non sarebbe stata il 21 dicembre 2012 ma sarà il 21 giugno 2020. La bufala che sta facendo impazzire il web.

Tiziano Ferro: “Un figlio con mio marito grazie al fostering”

Tiziano Ferro e il marito stanno pensando di avere un figlio. Tra le strade da percorrere, il fostering, una specie di affidamento temporaneo.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Europa: ecco dove gli italiani possono andare in vacanza

In alcuni Paesi, come ad esempio la Spagna, vince ancora la prudenza. Italiani sotto controllo. Da Luglio maggior libertà di spostamento anche verso il resto del mondo.

Ultimi

ISTAT, produzione industriale +42,1%: Stiamo uscendo dalla crisi?

Pubblicati i dati dell’Istituto nazionale di statistica che comunica: “A maggio 2020 si stima che l’indice destagionalizzato della produzione industriale aumenti del 42,1% rispetto ad aprile”.

Jennifer Aniston e Tom Hanks infuriati: “Chi non usa la mascherina si vergogni”

Da quando ha aperto il profilo Instagram, l’attrice Jennifer Aniston è sotto...

Conte verso proroga stato di emergenza Covid al 31 dicembre

L’Italia non è ancora fuori pericolo dal rischio contagi da Covid 19....

Esiste una legge per salvarsi dai debiti. Ecco come funziona

Esiste una legge per salvarsi dai debiti. È la Legge 3/2012 istituita...

Razzismo, perché Coca-Cola e altri brand ritirano la pubblicità da Facebook

I più grandi brand al mondo stanno bloccando la pubblicità su Facebook in segno di protesta per le sue politiche sui diritti civili.