lunedì, Gennaio 25, 2021

Roma, vestiti come Arancia meccanica vanno in giro a “spargere” il coronavirus

Un vero e proprio clima di terrore quello di questi ragazzi, vestiti come i protagonisti del film Arancia Meccanica, che vanno in giro per Trastevere a sputare su citofoni e maniglie per “spargere” il coronavirus.

Non bastavano i terrori dovuti ad una nuova pandemia, una crisi economica senza precedenti, la paura di tornare in lockdown. No, a quanto pare non bastava. Nelle ultime notti i residenti di Trastevere, noto quartiere romano della movida, hanno denunciato la presenza di alcuni individui vestiti come i criminali di Arancia meccanica di Stanley Kubrick, che vanno in giro a spaventare i residenti. Presumibilmente ragazzi che si divertono a terrorizzare gli abitanti del quartiere capitolino, come atto di rappresaglia verso chi si lamenta o protesta per i rumori e gli schiamazzi della movida. I cittadini esasperati hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine, senza però presentare nessun esposto ufficiale. Le forze dell’ordine dicono di non avere un riscontro effettivo di questa “banda degli sputi”, e sottolineano che il quartiere è presidiato per far rispettare le norme anti-Covid. Così la risposta della Polizia di Roma Capitale:

Il Gruppo territoriale di zona non ha ricevuto segnalazioni sulla vicenda.

Trastevere Movida Arancia Meccanica
Una fotografia di Piazza Trilussa. Trastevere, Roma. Zona dovrebbe agirebbe la banda di Arancia Meccanica.

Leggi anche: Gli italiani in Fase 2: c’è chi si butta nella movida e chi ha paura di uscire di casa

Paura Come in Arancia Meccanica

Assumendo che questa banda esiste, sui gruppi social del quartiere abbiamo dei dettagli inquietanti. Infatti, si legge, che non si limitano a sputare su porte e maniglie, ma urinano e tossiscono sui citofoni, così, sempre secondo le testimonianze, da spargere il più possibile il coronavirus. Un nuovo modo di vandalizzare la città eterna e minacciare chi protesta. Anche al tempo del coronavirus bisogna sempre pensare che l’idiozia non ha limiti. In un momento di timide riaperture, dove l’estate romana deve fronteggiare le nuove regole stringenti anti-coronavirus per la tutela della sicurezza pubblica, la movida torna a far parlare di sé. Una nuova moda che sta gettando ansia e paura sui residenti di Trastevere. Ci auguriamo che le forze dell’ordine, dopo aver riscontrato i fatti, possano mettere fine a questa nuova idiozia. Idiozia che ci ricorda la massima di Ennio Flaiano:

Oggi il cretino è pieno di idee.

Ultime notizie

Cinque anni dalla scomparsa di Giulio Regeni, Mattarella: “L’Egitto dia risposte adeguate”

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “in questo giorno di memoria” rinnova la solidarietà alla famiglia Regeni e chiede un impegno “comune per giungere alla verità”.

Olimpiadi Tokyo 2021, Italia verso l’esclusione. Entro mercoledì la decisione del CIO

Entro mercoledì 27 gennaio arriverà la decisione del CIO sull'esclusione dell’Italia dalle...

Covid, spunta l’idea di una zona rosso scuro in Europa: cos’è e quali le regole per viaggiare

Dall'Europa arriva l'idea di istituire la zona rosso scuro per indicare dove la circolazione del virus è molto alta. Ecco cos'è, pechè è necesssaria e quali sono le regole.

Brescia, arrestato primario: “Ha indotto la morte di pazienti Covid con farmaci non idonei”

È successo a Montechiari, presidio degli Ospedali Civili di Brescia. Il primario Carlo Mosca è ora accusato di omicidio volontario.

Manifestazioni e proteste in Russia e nel mondo per la liberazione di Alexey Navalny

Mentre l'ormai noto oppositore di Putin, Alexey Navalny, è in carcere, in Russia, ma non solo, si rivendicano democrazia e libertà e si chiede la liberazione del dissidente avvelenato.