venerdì, Gennaio 22, 2021

Rivoluzione green sulle piste da sci, in arrivo il primo battipista a idrogeno

"Per noi la sostenibilità non è uno slogan ma un impegno concreto", commenta Anton Seeber. Via alla rivoluzione green, sulle Dolomiti il primo gatto delle nevi a idrogeno di Prinoth.

Asia Solfanelli
Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Rivoluzione green sulle piste da sci, arriva il primo gatto delle nevi con motore totalmente ecologico da 544cv. È il Leitwolf h2Motion, il primo battipista al mondo con motore elettrico che combina una cella a combustibile a idrogeno e un motore elettrico.

La notizia arriva dall’azienda produttrice Prinoth che sta già testando il prodotto sul territorio dolomitico.

Si tratta di una vera e propria svolta ecologica che punta al progressivo abbandono delle fonti energetiche fossili in favore di un futuro di gestione delle piste totalmente sostenibile e attento alle risorse.

La rivoluzione green di Prinoth

“Per noi la sostenibilità non è uno slogan ma un impegno concreto”, commenta Anton Seeber, il presidente dell’azienda del gruppo HTI di cui Prinoth fa parte.

Leitwolf h2Motion, lanciato in un periodo così particolare come quello dell’emergenza pandemica, a causa della quale gli impianti sono attualmente bloccati, dimostra l’impegno con cui l’azienda altoatesina cerca di fronteggiare un problema che invece al Covid-19 è immune, quello ambientale e climatico. Anton Seeber aggiunge:

Il nostro gruppo aziendale passa dalle parole ai fatti quando si tratta di tutela ambientale: dalla produzione di energie rinnovabili alla costruzione e installazione di impianti eolici, fino all’implementazione, grazie alla tecnologia funiviaria, di una mobilità elettrica innovativa nei sistemi di trasporto pubblico e ora all’introduzione di battipista CO2-neutri.

E non è tutto. Leitwolf h2Motion, che si potrà ammirare dal 19 al 21 dicembre in Alta Badia accanto alla pista Gran Risa dove domenica e lunedì si terranno le due gare di Coppa del Mondo di sci, non è l’unica novità.

Prinoth lancia anche un nuovo modello di battipista 100% elettrico: l’Husky eMotion.

Rivoluzione green: Leitwolf h2Motion, non solo eco-friendly

Leitwolf h2Motion non è solo eco-friendly, ma la vera rivoluzione sta nella sua capacità di garantire prestazioni che di fatto non hanno nulla da invidiare a quelle del precedente modello a diesel.

Anzi, con una potenza del motore di 544 cv (400 kw), il nuovo prototipo supera addirittura il modello classico ed è capace di un’accelerazione ancora maggiore. Klaus Tonhäuser, presidente del Cda di Prinoth, afferma:

Nel Leitwolf h2Motion, i team di sviluppo di Prinoth hanno coniugato la potenza dei veicoli a un motore ecologico.

Il nuovo modello soddisfa ogni esigenza in fatto di performance e rinuncia interamente all’impiego di combustibili fossili.

Rivoluzione green: le piste da sci si fanno ‘verdi’

Si apre così una nuova era nella gestione responsabile delle aree sciistiche, si punta ad eliminare completamente l’impiego dei combustibili fossili, quindi il carburante a diesel fino a ad oggi indispensabile.

L’obiettivo è un bilancio ecologico positivo di intere aree sciistiche, una meta già perseguita da molti comprensori che da tempo mirano alla sostenibilità con varie iniziative in diversi ambiti.

Con Leitwolf h2Motion Prinoth soddisfa questo bisogno crescente in maniera innovativa e pragmatica rendendo prioritaria una gestione delle piste responsabile dal punto di vista ambientale.

Con Husky eMotion, il battipista completamente elettrico, invece, si dimostra ancora di più che le tecnologie più avanzate sono compatibili anche con le applicazioni più impegnative, inclusi terreni difficili.

Un grande passo che fa sperare che la sostenibilità possa diventare presto, non uno slogan, ma un impegno di tutti.

Leggi anche: Plastica biodegradabile che si dissolve in acqua, la rivoluzione di Sharon Barak

Asia Solfanelli
Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Popolari

Maria Chiara, non vedente e disabile, si laurea con 110 e lode: “Un simbolo per molti ragazzi”

Arriva per la 26enne Maria Chiara la seconda laurea in lingue per la comunicazione e la cooperazione internazionale all'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. La tesi, scritta interamente in francese, coniuga le sue due più grandi passioni: le lingue e la musica.

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Ti sei mai chiesto quali sono i 20 eserciti più potenti al mondo?

20) Spagna Indice della forza militare: 0,3388Popolazione totale: 49.331.076Personale...

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Ultimi

Gli organi della piccola Antonella, morta per una sfida social, salveranno tre bambini

Gli organi di Antonella Sicomero, morta per una presunta challenge su Tik Tok, sono stati espiantati e destinati a tre piccoli pazienti. Intanto la procura della Repubblica indaga per istigazione al suicidio.

Smog, rapporto Mal’Aria 2020: ecco le città italiane più inquinate. Torino in testa

Ecco i nuovi dati dello studio sullo smog in città raccolti da Legambiente nel report Mal’aria 2020. L'associazione ambientalista ha stilato una pagella sulla qualità dell’aria di 97 città italiane.

Tra storia e tradizione, 5 cose da sapere sul caffè espresso

Il caffè espresso, come lo conosciamo oggi, nasce solo 80 anni fa. Ecco 5 cose che, forse, non sapete sul caffè.

Trento, somministrata soluzione fisiologica al posto del vaccino: si corre ai ripari

Centinaia tra medici, infermieri e operatori sanitari dovranno ora eseguire il test sierologico al fine di capire chi ha ricevuto il giusto farmaco e chi no.

Asia Argento racconta degli abusi subiti: “Rob Cohen mi ha drogata e violentata”

Accuse pesanti ed esplicite, sono quelle di Asia Argento contro il regista...