domenica, Gennaio 29, 2023

Ritrovate oltre 4mila pagine su lezioni di Hegel: “È la scoperta del secolo”

Nella Biblioteca diocesana dell'arcidiocesi di Monaco e Frisinga una sorprendente scoperta ha commosso gli studiosi che avranno pane per i loro denti: 4mila pagine di appunti sulle lezioni del filosofo tedesco Georg Wilhelm Friedrich Hegel.

Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.

Ritrovate più di 4mila pagine di appunti sulle lezioni del filosofo tedesco Georg Wilhelm Friedrich Hegel: una sorprendente scoperta per studiosi appassionati e curiosi interessati.

È accaduto nella Biblioteca diocesana dell’arcidiocesi di Monaco e Frisinga, per mano del professor Klaus Vieweg dell’Università Friedrich Schiller di Jena. Lo ha riportato la Sueddeutsche Zeitung. In un comunicato, la stessa arcidiocesi ha dichiarato che i documenti potranno aprire nuovi studi sull’evoluzione del pensiero del filosofo considerato il più importante rappresentante dell’idealismo tedesco. Vediamo tutti i dettagli.

Chi ha scoperto i manoscritti

I manoscritti erano racchiusi in cinque scatole ignorate per quasi 200 anni. La scoperta è stata fatta dal professor Klaus Vieweg dell’Università Friedrich Schiller di Jena, biografo di Hegel. Vieweg ha dichiarato:

Una scoperta così sorprendente e fortunata capita probabilmente una sola volta nella vita ed è paragonabile al ritrovamento di una nuova partitura di Mozart.

Cosa contiene l’inedito


    Le trascrizioni delle parole di Hegel sarebbero state scritte da Friedrich Wilhelm Carove (1789-1852), uno dei primi studenti del filosofo tedesco all’Università di Heidelberg. I manoscritti farebbero parte del patrimonio del teologo Friedrich Windischmann (1811-1861), cappellano della cattedrale e vicario generale dell’arcidiocesi di Monaco e Frisinga dal 1846 al 1856.

Il materiale riguarda quasi tutte le componenti del pensiero di Hegel, quell’architettura filosofica che ha influenzato la nostra storia. Presente anche la trascrizione, a lungo ricercata, di una lezione di estetica di cui non esisteva ancora documentazione, la quale riguarderebbe una conferenza tenuta ad Heidelberg. Negli appunti comparirebbero anche passaggi di Hegel su Shakespeare, così come cruciali riflessioni sull’arte, sulla religione e sulla libertà.

I progetti futuri

La scoperta è stata fatta, adesso bisogna raccogliere il materiale e portarlo alla luce. Le Università di Jena e Bamberga prepareranno l’edizione critica delle trascrizioni, per la quale ci vorranno alcuni anni.

Tuttavia, il titolo dell’edizione completa che verrà sviluppata all’interno di un progetto scientifico è già pronto: “Caroves Hegel-Mitschriften”. Sono previsti anche ulteriori studi di accompagnamento.

Leggi anche: San Casciano come Riace, dalle vasche sacre riemergono 24 bronzi intatti: “Scoperta storica”

Rosarianna Romano
Rosarianna Romano, classe 1997. Formazione umanistica e interessi eclettici, sedotta dall'arte e dalla storia contemporanea, ama leggere i libri e la realtà. Nata in Puglia e bolognese d'adozione.

Ultime notizie