domenica, Giugno 20, 2021

Rider ucciso sul lavoro, guadagnava 15 euro a sera. La moglie: “Come si può consentire tutto questo?”

Romolo è un genitore disoccupato causa Covid, che si ritrova a fare il rider per sopravvivere e sostentare la propria famiglia. Muore investito proprio durante una consegna.

Asia Solfanelli
Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Romulo Sta Ana, originario delle Filippine, era un 47enne, padre di famiglia, che per continuare a sopravvivere e a sostenere i proprio cari, dopo aver perso il lavoro per via della pandemia, si era improvvisato rider. Muore durante una consegna.

Sabato sera, mentre attraversa la strada per ritirare un ordine al ristorante, una macchina lo investe e per lui non c’è nulla da fare.

Rider ucciso durante il lavoro, la sua una storia come tante

rider ucciso

Romulo lavorava come portiere notturno in due alberghi e proprio in uno di quei hotel di Montecatini aveva conosciuto quella che sarebbe poi destinata a diventare sua moglie nonché madre dei suoi tre figli, di cui uno oggi di soli pochi mesi. Leanne, la moglie 32enne, cameriera ai piani, aveva perso il lavoro proprio come il marito a causa della pandemia.

Con molti sforzi e sacrifici i due coniugi erano riusciti sempre a cavarsela e a vivere dignitosamente, poi è arrivato il Covid e la crisi economica che ha portato con sé. Romulo però non aveva mollato ed era riuscito a ottenere un contratto a chiamata alla Nt Food di Altopascio.

Tuttavia, causa crisi, il nuovo impiego non era riuscito a garantire al 47enne niente più che otto giorni lavorativi nel mese di gennaio, così proprio Leanne aveva spinto il marito a dedicarsi alle consegne. Romulo si era così improvvisato rider.

Leggi anche: Napoli, rider picchiato per rubargli il motorino: in 6 lo aggrediscono e scappano

Il rider muore durante una consegna, lascia una moglie disoccupata e tre figli

Il rider muore durante una consegna, lascia una moglie disoccupata e tre figli.

Lo scorso sabato, a Montecatini, Romulo era a lavoro, aveva parcheggiato la sua auto nel piazzale del distributore di benzina e stava attraversando la strada per andare al McDonald’s a ritirare un ordine.

L’automobilista che lo ha investito lo ha visto solo pochi istanti prima dello scontro. Romulo è morto sul colpo e i soccorsi non sono valsi a nulla.

Avrebbe guadagnato 15 euro quella sera, poco ma comunque un aiuto per una famiglia in condizioni quasi disperate. Leanne commenta:

Come si può consentire tutto questo? Devono essere riconosciuti dei diritti minimi. Anche i fattorini sono persone.

Come si può consentire tutto questo?

Romulo ha così detto tragicamente addio a una moglie e tre figli, oggi in condizioni economiche più critiche che mai.

Leggi anche: Rider italiano assunto a tempo indeterminato, un passo verso la civiltà

Asia Solfanelli
Asia Solfanelli
Intraprendente e instancabile penna, poliglotta, appassionata lettrice e avida viaggiatrice. Sviscerata amante del cinema. E ultimo, ma non per importanza, eterna studiosa, perché non si finisce mai d’imparare.

Ultime notizie