lunedì, Settembre 28, 2020

Positiva dopo 19 tamponi, licenziata dall’azienda dopo i 170 giorni di quarantena

Dopo 19 tamponi risulta ancora positiva, Nada Cava viene licenziata per i 170 giorni di quarantena. Quando il coronavirus ti porta via la salute e la libertà.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Una storia assurda quanto tristemente reale, quella di Nada Cava. La donna, di origine marchigiana ma che ora vive in Provincia di Teramo, dopo cinque mesi e 19 tamponi è ancora positiva. Ben 170 giorni di quarantena che le sono costati il licenziamento. La donna lo racconta al Messaggero.

L’odissea di Nada, positiva dopo 19 tamponi

Lo scorso 13 marzo Nada scopre di aver contratto il coronavirus. Entra in quarantena, come da prassi. Si sottopone a ben 19 tampone in queste ultime settimane, ed è ancora positiva. I giorni di quarantena sono 170, tutti di malattia che le sono costati il licenziamento dal supermercato dove lavorava come banconista. Ecco cosa Nada racconta al Messaggero:

Non mi sento bene e adesso sono veramente arrabbiata. Spero finisca una volta per sempre quest’incubo. Ora mi porteranno al Covid hospital di Pescara e mi diranno se sono idonea alla cura del plasma iperimmune. Sono già stata lì. Ero fiduciosa, speravo iniziassero a farmi subito la terapia, invece mi hanno fatto solo un day hospital: visite mediche e analisi. Spesso penso e spero che si tratti solo di un brutto sogno e che appena mi sveglio mi rendo conto che non è mai accaduto. Purtroppo, non è così.

Leggi anche: Bilancio coronavirus: in Italia persi 500 mila posti di lavoro in tre mesi

Nada, cosa si sta perdendo per colpa del Covid

Sono mesi lunghi, quelli vissuti da Nada. Il coronavirus le ha portato via la salute e la libertà. La donna, a causa del virus, non ha potuto partecipare al funerale della madre e al matrimonio della figlia. Strazio, dolore e stress che si aggiungono alla notizia del licenziamento. Ma Nada non si abbatte e trova lavoro in un altro supermercato. La positività al virus, però, è ancora un problema. Ecco cosa dichiara la donna nella sua intervista:

Dovrei prendere servizio nel nuovo lavoro il 2 settembre, ero ottimista e felice quando ho ricevuto la proposta. Invece sono ancora positiva e nemmeno un miracolo può farmi negativizzare per quel giorno. Spero adesso di non perdere anche questa opportunità.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Libellula significato, simbologia e leggende

Libellula significato e spiritualità. Un insetto dai mille colori che affascina con il suo volo leggero incarnando diversi significati a seconda delle culture

Ultimi

Maltempo in Italia, ecco cosa sta succedendo nella Penisola

Crollano le temperature con minime fino a 10°C. Piogge, nubifragi e temporali interesseranno tutta la Penisola.

Omicidio Aldrovandi 15 anni dopo: La mamma: “Non lo dimenticate”

Il 25 settembre 2005 alle ore 6:04 del mattino moriva a Ferrara Federico Aldrovandi, giovane di 18 anni pestato a morte da quattro agenti di Polizia. Condannati per eccesso colposo in omicidio colposo, i quattro hanno scontato una pensa di 6 mesi.

Come sta Alex Zanardi? Il San Raffaele: “Progressi significativi ma quadro generale complesso”

Alex Zanardi presenta progressivi miglioramenti ma il quadro generale resta complesso e...

Vestirsi nero, cosa significa e perché piace così tanto

“Quando troverò un colore più scuro del nero, lo indosserò. Ma...