Perché l’esordio di “È sempre Cartabianca” su Mediaset ha fatto il boom di ascolti

La padrona di casa, Bianca Berlinguer, può gioire dell'approdo a Mediaset nella prima serata del martedì di Rete 4.

Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img

“È sempre Cartabianca” è partito a razzo, come si dice in gergo in questi casi. La padrona di casa, Bianca Berlinguer, può gioire dell’approdo a Mediaset nella prima serata del martedì di Rete 4. Stando a quanto riporta Dagospia, infatti, il programma ha totalizzato il 9,62% di share, con una media di 1.208.000 spettatori.

Questo il commento del giornale di Roberto D’Agostino ai numeri del nuovo Cartabianca: “Doppiata Manuela Moreno su Rai3 con Filorosso in diretta da Caivano, che ha totalizzato il 4,3% con 609.000 individui all’ascolto, e triplicati Marianna Aprile e Luca Telese con In Onda Prima Serata su La7, fermi al 3,4%, con 533.000 teste”.

Boom di ascolti per l’arrivo su Mediaset di “È sempre Cartabianca”

Quelli di “È sempre Cartabianca” sono numeri convincenti, specie se confrontati con la prima puntata della scorsa edizione del programma, andata in onda su Rai3. Allora, la trasmissione era partita a fine agosto per seguire la campagna elettorale in vista delle elezioni politiche. E, nonostante il momento di particolare fermento, Berlinguer si era fermata al 6,65% di share, pari a 862.000 spettatori.

A cosa è dovuto, dunque, questo vertiginoso aumento di ascolti che si è registrato ieri su Rete 4? In molti si sono posti la domanda. Una prima risposta potrebbe essere la più evidente: il cambio di rete della figlia dell’ex segretario del Pci è stato uno dei più discussi e chiacchierati, dunque la curiosità del pubblico verso la trasmissione era alle stelle. Come direbbero i più giovani, c’era molto “hype”. Ma un secondo fattore, che potrebbe essere stato decisivo per il successo di ieri sera, è stato messo in luce da Dagospia.

Successo per “È sempre Cartabianca”, ma toccherà aspettare Floris

L’ipotesi lasciata ventilare da Dagospia è che a contribuire al successo di ieri di “È sempre Cartabianca” sia stata l’assenza sostanziale di competitor all’altezza. Si legge nel giornale di D’Agostino:

Grande successo per la prima, dunque, ma anche per lei vale quanto detto per Myrta Merlino con l’incombente ritorno di Alberto Matano. La vera guerra inizierà al ritorno di Giovanni Floris con il suo diMartedì su La7, che nelle passate stagioni ha distaccato costantemente, e di vari punti di share, #Cartabianca su Rai3 (che finiva spesso fanalino di coda anche dopo Mario Giordano e il suo Fuori dal coro). Succederà così anche quest’anno o sarà Floris a dover alzare bandiera bianca?

La risposta arriverà non appena il programma serale di Floris su La7 ricomincerà. Nel frattempo, comunque, la questione potrebbe star già facendo impensierire Bianca Berlinguer.

“È sempre Cartabianca” e la decisione di andare in onda di martedì

“È sempre Cartabianca” e la decisione di andare in onda di martedì

A contribuire al successo della prima puntata di “È sempre Cartabianca” potrebbe essere stata pure la scelta di aver mandato in onda il programma di martedì in prima serata, come da tradizione.

La tv è fatta anche di abitudini”, ha spiegato Berlinguer, “abbiamo pensato che fosse la scelta giusta per cercare di coinvolgere il pubblico di Rai3 facendolo incontrare con la platea che tradizionalmente segue Rete 4 e l’azienda ha valutato che il programma di Mario Giordano potesse andare al mercoledì senza alcun danno”.

Confermata, tra le altre cose, anche la presenza di Mauro Corona: “C’è e ci sarà sempre”, ci ha tenuto a sottolineare la conduttrice. Oltre a Corona, saranno presenti anche “Alessandro Orsini e tanti altri commentatori che avevamo già su Rai3, Andrea Scanzi, Gad Lerner, Pietro Senaldi, Stefano Cappellini, Maurizio Belpietro. E nuovi ne verranno”.

Tra le novità, lo studio: il programma viene registrato a il Palatino a Roma, in condivisione con Myrta Merlino, al timone del pomeriggio di Canale 5. “Ci siamo parlate e confrontate con lei”, ha detto Berlinguer. Che poi ha ricordato che da gennaio condurrà anche “Stasera Italia”, in alternanza con Nicola Porro.

Un ultimo pensiero è andato al pubblico: “Ci tenevo particolarmente ad averlo in studio e ci sarà. Perché è il pubblico che con le sue reazioni immediate alla discussione dà il polso della situazione in diretta”.

Leggi anche: Il nuovo Cartabianca parte domani, Berlinguer: “Mauro Corona c’è e ci sarà sempre”

spot_img

Correlati

Rosanna Banfi sarà nonna: “Mia figlia in menopausa a 27 anni, ora è incinta”

Rosanna Banfi è stata ieri ospite nel programma di Monica Setta, Storie di donne...

La lettera del giovane Sorrentino a Troisi: “A Roma clima freddo, le chiedo di poter lavorare nel suo prossimo film”

Paolo Sorrentino ha presentato al Festival di Cannes il suo ultimo film, Parthenope incentrato...

Chi è Aras Şenol, attore in Terra Amara: vince L’isola dei famosi e dona 50.000 euro alla fondazione Giulia Cecchettin

Aras Şenol è il vincitore de L'isola dei famosi, programma condotto da Vladimir Luxuria....
Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img