sabato, Maggio 21, 2022

Ucraina, Pentagono chiama Mosca per la prima volta: “Serve cessate il fuoco”

Il ministro della Difesa Usa Lloyd Austin ha parlato col suo collega russo Sergei Shoigu. L'ultima volta che si erano sentiti risale al 18 febbraio, poco prima dello scoppio degli scontri in Ucraina.

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Pentagono chiama Mosca: oggi il ministro della Difesa Usa Lloyd Austin ha parlato col suo collega russo Sergei Shoigu. La notizia è stata data dal portavoce del Pentagono John Kirby. L’ultima volta che i due si erano sentiti risale al 18 febbraio, qualche giorno prima dello scoppio degli scontri in Ucraina.

Stando a quanto riportato da Kirby, Austin avrebbe sottolineato a Shoigu la necessità di “un immediato cessate il fuoco in Ucraina” e l’importanza di “mantenere linee di comunicazione”.

Pentagono chiama Mosca: qualche giorno fa la visita di Draghi a Washington

Pentagono chiama Mosca: qualche giorno fa la visita di Draghi a Washington

Pentagono chiama Mosca: la notizia della telefonata tra Austin e Shoigu arriva dopo l’incontro tra il Premier Mario Draghi e il presidente Usa Joe Biden a Washington dello scorso 10 maggio. Si è trattato della prima visita di un leader europeo alla Casa Bianca.

Qui Draghi ha portato un messaggio chiaro in merito alla guerra in Ucraina: “In Italia e in Europa le persone vogliono la fine di questi massacri, di questa violenza, di questa macelleria. Le persone pensano a cosa possiamo fare per portare la pace. Dobbiamo utilizzare ogni canale per la pace, per un cessate il fuoco e l’avvio di negoziati credibili”.

Biden, rivolgendosi al Premier italiano, ha detto: “Sei stato un buon amico e un grande alleato”. Poi, lo ha ringraziato per “lo sforzo di unire la Nato e l’Unione europea. Era difficile credere che andassero di pari passo era più probabile che si sarebbero divise ma lei è riuscito a farle andare di pari passo“.

Leggi anche: Draghi a Biden: “Putin non ci ha diviso. Siamo uniti nell’aiutare l’Ucraina”

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie