Pensioni aprile 2023, pagamenti in giorni diversi per Poste e banche: le date e gli importi

Coloro che ricevono le somme tramite Poste Italiane avranno l'assegno già il 1° aprile, mentre chi si affida alle banche dovrà attendere qualche giorno in più, ovvero fino il 3 aprile.

Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img

Pensioni aprile 2023: ecco come funzioneranno i pagamenti. Coloro che ricevono le somme tramite Poste Italiane avranno l’assegno già il 1° aprile, mentre chi si affida alle banche dovrà attendere qualche giorno in più, ovvero il 3 aprile.

In alcuni casi, gli importi sono aumentati rispetto allo scorso marzo. Per verificare i dettagli sugli aumenti e sulle somme in arrivo si consiglia di consultare il cedolino pensione, a cui è possibile accedere tramite il servizio online dedicato.

Pensioni aprile 2023: giorni diversi per Poste e banche

Pensioni aprile 2023: a indicare tutte le date dei pagamenti mese per mese è la canonica circolare Inps. Che per aprile ha indicato due date:

  • 1° aprile per chi riceve l’accredito tramite Poste Italiane
  • 3 aprile per chi si affida alle banche

Per quest’ultima categoria, quindi, l’attesa sarà di due giorni in più. Un’eccezione che, stando sempre al calendario Inps di fine anno, si ripeterà pure a luglio. Questo il calendario completo per i prossimi mesi del 2023:

  • Maggio 2023: martedì 2 maggio per banche e poste
  • Giugno 2023: giovedì 1 giugno per banche e poste
  • Luglio 2023: sabato 1 luglio alla posta, lunedì 3 luglio in banca
  • Agosto 2023: martedì 1 agosto per banche e poste 
  • Settembre 2023: venerdì 1 agosto per banche e poste 
  • Ottobre 2023: lunedì 2 ottobre per banche e poste
  • Novembre 2023: giovedì 2 novembre per banche e poste 
  • Dicembre 2023: venerdì 1 dicembre per banche e poste

Pensioni aprile 2023: il calendario dei pagamenti alle Poste

Sui pagamenti delle pensioni aprile 2023 alle Poste occorre fare una dovuta precisazione: come al solito, ci si dovrà recare agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dalla sede territoriale di riferimento. Sarà quindi necessario controllare le indicazioni specifiche di sportello in sportello ma, in linea generale, il calendario dovrebbe basarsi sull’ordine alfabetico riportato di seguito:

  • Sabato 1° aprile (solo mattina): dalla A alla B
  • Lunedì 3 aprile: dalla C alla D
  • Martedì 4 aprile: dalla E alla K
  • Mercoledì 5 aprile: dalla L alla O
  • Giovedì 6 aprile: dalla P alla R
  • Venerdì 7 aprile: dalla S alla Z

Pensioni aprile 2023: cosa sapere sulle rivalutazioni

Pensioni aprile 2023: come anticipato, per consultare l’ammontare esatto dei trattamenti liquidati dall’Inps e conoscere le ragioni delle variazioni di tali importi, è utile consultare il cedolino della pensione che si trova nell’area riservata Inps.

Va chiarito che, come riporta il portale Sos Tariffe, l’incremento dovuto alle rivalutazioni sarà pari al 7,3%. Nello specifico, l’innalzamento degli assegni sarà ripartito in questo modo: +5,3% degli assegni previdenziali rispetto a gennaio, mentre il restante +2% della rivalutazione è stato già pagato a novembre 2022, come stabilì il Governo Draghi.

Va specificato pure che la suddetta rivalutazione non riguarderà tutti i pensionati. La rivalutazione al 100%, infatti, spetta solo agli assegni non superiori a quattro volte il trattamento minimo, ovvero quelli pari a 2.101,52 euro, come riporta Il Corriere della Sera. Agli importi più elevati spetterà un aumento decrescente, come stabilito dalla legge di bilancio 2023, all’interno della quale si è pure deciso che non ci saranno più tre scaglioni ma sei.

Leggi anche: Pensioni, Quota 103: prorogata l’uscita anticipata a 41 anni di contributi

spot_img

Correlati

Chi è Antonio Angelucci, il re delle cliniche vicino all’acquisto dell’AGI anche se nullatenente

Da portantino del San Camillo a re delle cliniche, ma non solo. Antonio Angelucci,...

Sugar Tax, cos’è l’imposta sulle bevande zuccherate, quando entra in vigore e la risposta dei sindacati

Quando entrerà, davvero, in vigore la cosiddetta Sugar Tax? L'imposta sulle bevande dolcificate sarà...

L’Università di Cassino è sempre più un polo di riferimento per studenti: i 5 motivi del successo

Sono sempre di più gli studenti che scelgono l'Università degli Studi di Cassino e...
Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img