giovedì, Dicembre 1, 2022

Paolo Bonolis sulla malattia della figlia Silvia: “Non ho armi per affrontarla e mi fa male”

Paolo Bonolis ha raccontato in un'intervista della malattia della figlia Silvia, oggi 19enne, primogenita sua e di Sonia Bruganelli. Ecco le sue parole.

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Non è solito svelare i lati più intimi della sua vita privata. Ma oggi Paolo Bonolis ha condiviso un parte di sé inedita in un’intervista per il Corriere della Sera, rilasciata in occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo “Notte Fonda”.

Nello specifico, il popolare conduttore ha raccontato della malattia della figlia Silvia, oggi 19enne, primogenita sua e di Sonia Bruganelli. La ragazza ha infatti avuto un’ipossia durante un intervento a cui venne sottoposta da neonata, il che ha compromesso parte delle sue capacità motorie e cerebrali.

Sono piccole rabbie che uno conserva. Non sono felice di questa cosa. Sono felicissimo di Silvia, felicissimo di come è sempre allegra, le voglio un bene dell’anima, mi diverte, è piena di energia. Però quello che è successo è successo, e come disse il Marchese del Grillo: potrò essere ancora un po’ incazzato per ‘sto fatto? Mi fa rabbia perché non ho armi per affrontarlo se non l’accettazione e l’amore. Però a me fa male. Tutto qua”, ha detto Bonolis.

Paolo Bonolis sui figli: “Ognuno di loro ha un odore caratteristico”

Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli sono legati dal 1997 e sono sposati dal 2002. I due hanno tre figli: Silvia, Davide e Adele. E, secondo il conduttore, ognuno di loro ha un odore caratteristico: “Silvia è borotalco, Davide è sudore, Adele ha l’odore della carta stampata, l’odore di un libro. Sonia è Chanel N°5“.

Mentre dei suoi primi due figli nati dal matrimonio con Diane Zoeller dice: “Martina profuma di casa, Stefano ha un odore esotico, mutevole. Così però divento Jean-Baptiste Grenouille (il protagonista di Profumo, ndr)”, ha ironizzato Bonolis.

Paolo Bonolis su “Notte fonda”: “Attraverso la coppia vengono analizzate le problematiche di tutti”

“Notte Fonda” è il secondo libro scritto da Paolo Bonolis dopo “Perché parlavo da solo”, uscito nel 2019 sempre per i tipi di Rizzoli. Si legge nella presentazione della sua ultima fatica letteraria: “Un uomo e una donna, marito e moglie, escono da un ‘apericena’ e si avviano a piedi verso casa“.

L’ambientazione è quella dell’amata Roma e ad accompagnare il lettore è il dialogo serrato della coppia. “Lo scambio di battute lascia senza fiato e intanto i due mangiano, bevono, fanno l’amore“, continua la presentazione del romanzo. Che poi termina: “E riprendono a parlare di tutto, dei danni della tecnologia e di scorpacciate di sushi. Per tutta la notte. Fino al mattino”.

“Ho scelto il dialogo tra moglie e marito perché scorre veloce – ha spiegato Bonolis – E in un mondo di Grandi Fratelli è come sbirciare nella vita intima del pensiero di una coppia e analizzare attraverso di loro le problematiche di tutti: il rapporto con la religione, con la gelosia, con la crescita dei figli in un’epoca iper digitalizzata così diversa dal nostro vissuto analogico”.

Leggi anche: Ciao Darwin, l’uomo rimasto paralizzato: “Bonolis non mi ha mai cercato, per me è finito tutto”

Asia Buconi
Classe 1998, romana. Studia scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.

Ultime notizie