giovedì, Dicembre 2, 2021

Vetralla, padre uccide il figlio di 10 anni con una coltellata alla gola: aveva il divieto di avvicinamento

Certe tragedie non vorremmo mai sentirle: un padre che uccide il proprio figlio. La vicenda si è consumata a Cura di Vetralla, in provincia di Viterbo.

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

A Cura di Vetralla, in provincia di Viterbo, si è consumata una tragedia familiare. Un padre uccide il figlio di 10 anni a casa dell’ex moglie. Il corpo del piccolo, di nome Mattias, è stato trovato senza vita con una ferita da taglio alla gola.

Mirko Tonkov, 44enne di origine polacca, aveva avuto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla moglie e dal figlio. L’uomo ora è stato arrestato.

Padre uccide il figlio, la dinamica dei fatti

padre uccide il figlio_

Tonkov fino a qualche giorno si trovava in ospedale a Roma, perché ricoverato per Covid. Lunedì sarebbe uscito per recarsi a Cura di Vetralla.

Secondo una prima ricostruzione, poi risultata errata, sarebbero stati i vigili del fuoco, giunti sul posto per una presunta fuga di gas, a scoprire la tragedia. Il padre avrebbe poi ucciso il figlio per errore, dopo una violenta lite con la moglie e la madre del bambino sarebbe stata ritrovata con gravi ferite, per via delle numerose coltellate che l’uomo le avrebbe inflitto.

La dinamica dei fatti in realtà sarebbe la seguente. Mattias è stato prelevato da scuola in tarda mattinata da un parente e lasciato a casa, da solo, intorno alle 13.30. La madre sarebbe rientrata alle 15.30, trovando il figlio morto con accanto il padre privo di sensi. Le urla della donna hanno allarmato i vicini che avrebbero chiamato i carabinieri.

Padre uccide il figlio: chi è Mirko Tonkov

Padre uccide il figlio. Mirko Tonkov è un ex gommista, che si occupa di lavori precari. La moglie lo aveva denunciato per violenze commesse sotto effetto dell’alcool e per questo aveva un divieto di avvicinamento alla famiglia.

Nelle prossime ore verrà sottoposto ad esami tossicologici per capire se ha assunto delle sostanze visto che è stato trovato incosciente e in stato confusionale.

Leggi anche: Modena, figlio uccide la madre, poi va al bar e confessa a un amico: “Litigavano spesso”

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie