Oniverse apre un Digital hub a Napoli e punta sui giovani: “Assumiamo 100 laureati”

Oniverse, ex gruppo Calzedonia, ha creato un nuovo Digital Hub a Napoli: per quale motivo è stata scelta questa città?

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Oniverse, ex Gruppo Calzedonia, sta scommettendo sempre di più sui giovani amanti del mondo tech e inaugurerà nel mese di marzo un nuovo Digital Hub IT situato all’interno della Stazione Marittima, nel centro di Napoli.

Questo nuovo progetto è interamente dedicato allo sviluppo e alla gestione delle tecnologie nell’ambito del mondo Saleforce. Grazie a un investimento di 5 milioni, Oniverse ha un obiettivo, come sostiene il board member della società Matteo Veronesi durante la presentazione dell’iniziativa, tenutasi nel Polo Tecnologico di San Giovanni a Teduccio: “L’academy informatica punta ad arrivare a 100 assunzioni in due anni”.

Qual è l’ambizione di Oniverse nel mondo digitale?

Oniverse è una realtà che opera sia in Italia sia all’estero e comprende numerosi brand tra cui Calzedonia, Intimissimi e Intimissimi Uomo, Falconeri, Atelier Emé, Tezenis e Antonio Marra. Inoltre, dopo l’acquisizione controlla anche Cantiere del Pardo, Grand Soleil Yachts, Pardo Yachts e Van Dutch Yachts. Dal momento che Oniverse opera in molti campi diversi con il nuovo Digital Hub con sede a Napoli si prefigge come scopo quello di garantire l’omnicanalità, ovvero integrare tutti i canali di vendita dei punti fisici con quella dell’e-commerce.

Come dichiara Matteo Veronesi: “Oggi alcune attività in campo IT sono svolte da società esterne, ma il gruppo vuole riportarle all’interno. Da qui nasce l’esigenza di potenziare la struttura interna con nuove risorse e competenze”. E dopo l’academy proposta da Oniverse, un programma formativo che si compone di 15 settimane, tutte le giovani risorse entreranno direttamente a far parte della società nel team del nuovo Digital Hub IT che verrà presto inaugurato.

Perché è stata scelta la città di Napoli come sede del nuovo Digital Hub?

L’academy formativa avrà come obiettivo la futura assunzione di 100 laureati ed è supportata da docenti che provengono dall’Università Federico II di Napoli e anche da K2 Partnering Solutions, una multinazionale che lavora nell’ambito digital, specializzata in soluzioni tecnologiche. Nei primi mesi di corso verrà data alle risorse la possibilità di esplorare e approfondire, a seconda delle proprie skills e del profilo, le proprie conoscenze legate al mondo Saleforce.

Ma perché proprio Napoli? A dirlo è board member di Oniverse, Matteo Veronesi: “Abbiamo scelto Napoli per un motivo ben preciso, ovvero perché pensiamo sia un centro che raccoglie tantissimi talenti che Oniverse intercetta e decide di valorizzare direttamente sul territorio, proponendo un percorso altamente specializzante”.

Continua Veronesi nel corso della presentazione dell’iniziativa, tenutasi nel Polo Tecnologico di San Giovanni a Teduccio: I giovani, che entreranno fin da subito a far parte del Gruppo, prenderanno parte ad un programma di inserimento bilanciato che permetterà di conseguire le principali certificazioni Salesforce”.

Definisce, infine, quali sono gli obiettivi che i laureati dovranno raggiungere: “Le risorse, inoltre, matureranno al tempo stesso un’idea pratica e concreta di cosa significhi oggi supportare una realtà retail tra le più importanti sul panorama mondiale, immergendosi nel nuovo mondo IT che Oniverse ha creato”.

Leggi anche: Chi è Edoardo Di Pietro, il primo a laurearsi nel metaverso con avatar e di cosa si occupa

spot_img

Correlati

AI generativa e meh-diocrity: come cambia la nostra creatività nell’era della digitalizzazione

Cosa c'entrano l'AI generativa, il concetto di meh-diocrity e la creatività? E in quale...

Super Intelligenza Artificiale: è countdown! Mancano solo 3 anni al supercervellone robotico

Super Intelligenza Artificiale (SIA), tra tre anni, o al massimo 8, la tecnologia sarà...

Alternativa plastic free per assorbenti e pannolini: ecco la spugna riciclabile

Spugna riciclabile per assorbenti e pannolini: migliorare la qualità di accessori così indispensabili nella...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img