sabato, Settembre 26, 2020

“Non sento più dolore”: il bimbo caduto nel fiume si sveglia dal coma

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

Si potrebbe quasi parlare di un miracolo natalizio, quella che poteva essere una tragedia è diventata una storia a lieto fine per il bimbo di soli sette anni che domenica 22 Dicembre è caduto nel fiume Pescia con la sua bicicletta, a Ponte Buggianese in provincia di Pistoia. Il piccolo si è risvegliato dal coma farmacologico al Meyer di Firenze. Anche se resta in prognosi riservata, ora respira autonomamente. “Senti dolore?”, gli ha chiesto la madre e la risposta è un semplice e confortante “no”.

Il salvataggio eroico del papà

Domenica 22 dicembre era da poco passato mezzogiorno. All’improvviso il bimbo, forse a causa di una buca, è caduto con la bicicletta finendo dentro il fiume in piena. È stato trascinato dalla corrente per più di 300 metri fino a quando il padre, tuffatosi in acqua per soccorrerlo, lo ha raggiunto. La madre urlava disperata chiamando il 118. Il salvataggio del papà non è stato facile, ha cercato più volte di riavvicinarsi a riva ma la corrente era troppo forte e lo trascinava dall’altra parte. Poi grazie all’intervento di un residente, che con una corda è entrato nel fiume fino all’altezza delle ginocchia, è riuscito a portare fuori il figlio che però era privo di sensi. Tra i residenti accorsi c’era anche una ragazza che aveva frequentato un corso di primo soccorso: è stata lei a fare un primo massaggio cardiaco al bambino. Poi l’ambulanza e il trasferimento al Meyer dove, dopo soli due giorni, c’è stato il risveglio. E quella che poteva essere una tragedia si chiude con un lieto fine. Leggi anche: “Mi sono buttato senza pensarci”, bambino caduto dal balcone salvo grazie al ragazzo dell’autolavaggio   di Martina Mugnaini

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Ultimi

Maltempo in Italia, ecco cosa sta succedendo nella Penisola

Crollano le temperature con minime fino a 10°C. Piogge, nubifragi e temporali interesseranno tutta la Penisola.

Omicidio Aldrovandi 15 anni dopo: La mamma: “Non lo dimenticate”

Il 25 settembre 2005 alle ore 6:04 del mattino moriva a Ferrara Federico Aldrovandi, giovane di 18 anni pestato a morte da quattro agenti di Polizia. Condannati per eccesso colposo in omicidio colposo, i quattro hanno scontato una pensa di 6 mesi.

Come sta Alex Zanardi? Il San Raffaele: “Progressi significativi ma quadro generale complesso”

Alex Zanardi presenta progressivi miglioramenti ma il quadro generale resta complesso e...

Attentato a Parigi, accoltellate quattro persone davanti alla sede di Charlie Hebdo

Attentato a Parigi, vicino alla sede del giornale Charlie Hebdo. La capitale...