lunedì, Agosto 8, 2022

Noemi: “Sono dimagrita grazie alla psicoterapia. La salute mentale è ancora un tabù”

La cantante Noemi ha rivelato ulteriori particolari riguardo alla sua perdita di peso, dovuta non solo all'alimentazione o allo sport ma anche alla corretta gestione dello stress.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Noemi, che in queste settimane è in tour estivo e ha di recente pubblicato il suo nuovo singolo dal titolo Hula Hop, sul settimanale Oggi è tornata a parlare del suo dimagrimento. La cantante avrebbe dichiarato come la perdita di ben 15 chili sia dipeso anche dalla psicoterapia. Ecco le sue parole al riguardo:

Sono tornata magra come ero sempre stata. Ho chiesto aiuto, ho fatto psicoterapia.

Ho cambiato equilibri, messo me al centro. Ho chiesto aiuto, fatto psicoterapia.

Noemi è così cambiata tanto da dichiarare su Twitter, da romanista e con l’arrivo di Dybala alla Roma, che se quest’ultima dovesse vincere lo scudetto “uscirà tutto”, come fece la Ferilli al Circo Massimo dopo la vittoria nel 2001.

Noemi: come lo stress ha influito sul suo peso

Noemi_dimagrita

Noemi ha rivelato di essere riuscita a perdere chili grazie all’attività fisica e alla corretta alimentazione, e che in questo processo abbia influito il riuscir a tenere a bada lo stress:

Ero ingrassata a causa di uno stress che non sapevo gestire.

Noi musicisti facciamo un lavoro bellissimo, ma è un ambiente in cui ogni singolo è un’ordalia, o vivi o muori.

E io con quei chili volevo mettere un’armatura tra me e la possibilità di fallire.

E proprio nella gestione di questa problematica che l’intervento dello psicoterapeuta è stato determinante, in quanto i chili in più erano conseguenza anche dello stress, causato dal lavoro:

Ma ‘sta roba non si fa da soli. Io ho chiesto aiuto, fatto psicoterapia. Ne faccio ancora, perché nessuna conquista è mai definitiva, e io ho paura di tornare indietro.

Ma in questo Paese la salute mentale è un tabù. Perché mai se mi rompo una gamba vado dall’ortopedico e se ho un problema nella testa devo vergognarmi di farmi aiutare ad aggiustarlo? 

Noemi e l’esigenza di cambiare

Dopo Sanremo 2018 nella cantante sarebbe emersa con chiarezza la consapevolezza di dover cambiare, e di star vivendo una vita non in pienezza. Ecco cosa ricorda di quei momenti, che si sono rivelati fondamentali e decisivi:

Lì ho toccato con mano il fatto che la direzione che stavo tenendo non mi rendeva felice. Mi stavo accontentando, ma soprattutto mi stavo lasciando portare dalla vita.

C’è una frase di Sono sole parole, la canzone che ho portato a Sanremo nel 2012, che fa: “E fingersi felice di una vita che non è come vogliamo”. Ecco accade di rimanerci incastrati, in quella felicità finta.

Per Noemi quindi non si è trattato solo di una semplice volontà di dimagrimento ma di tutto ciò che quei chili in più simbolicamente rappresentavano. La stessa pace e serenità erano il risultato di una resa, nel timore di creare contrasti, e le scelte venivano delegate ad altri, che se sbagliavano avrebbero pagato loro. In questo percorso c’è sempre stato il marito Gabriele Greco, bassista della sua band, il quale ha saputo starle accanto e accompagnarla anche facendosi da parte.

Leggi anche: Matilda De Angelis: “Ho l’ansia. Gli standard di perfezione mi hanno intossicato la mente

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie