domenica, Gennaio 16, 2022

Perù: gli archeologi scoprono una mummia di 800 anni

I resti del reperto storico sono stati trovati all'interno di una struttura sotterranea ed erano legati da funi con le mani che coprivano il viso.

Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Un team di esperti ha trovato una mummia che si stima abbia almeno 800 anni sulla costa centrale del Perù, ha detto uno degli archeologi che hanno partecipato allo scavo.

Mummia ritrovata in Perù: una delle più grandi scoperte di resti storici umani

I resti mummificati erano di una persona della cultura sviluppatasi tra la costa e le montagne del paese sudamericano. La mummia, il cui genere non è stato identificato, è stata scoperta nella regione di Lima, ha detto venerdì l’archeologo Pieter Van Dalen Luna.

La caratteristica principale della mummia è che l’intero corpo era legato da corde e con le mani che coprivano il viso, cosa che farebbe parte del modello funebre locale – ha detto Van Dalen Luna, dell’università statale di San Marcos – I resti sono di una persona che viveva nell’alta regione andina del paese. La datazione al radiocarbonio darà una cronologia più precisa.

La mummia è stata trovata all’interno di una struttura sotterranea trovata alla periferia della città di Lima. Nella tomba c’erano anche offerte tra cui ceramiche, resti vegetali e strumenti di pietra.

Il Perù, sede della destinazione turistica Machu Picchu, ospita centinaia di siti archeologici di culture che si sono sviluppate prima e dopo l’impero Inca, che ha dominato parte del Sud America 500 anni fa, dall’Ecuador meridionale e dalla Colombia al Cile centrale.

Leggi anche: La scoperta: gli esseri umani fanno uso di tabacco da 12.000 anni

Non perderti nemmeno un'articolo Seguici su Google News
Tommaso Panza
Salentino, classe 1993. Una laurea in mediazione linguistica. Fondazione Basso(Roma). Amante della lettura e del cinema, in particolare delle opere che raccontano spaccati di realtà. Deciso sin da piccolo a diventare un giornalista.

Ultime notizie