lunedì, Settembre 28, 2020

Matteo Salvini aggredito da una donna a Pontassieve: “Nessuno mi fermerà”

Sarebbe stata una donna già individuata dalla Questura di Firenze a strappare la camicia e la collana di Matteo Salvini. Oltre all'aggressione di Pontassieve, minacce a chi voleva ospitare il leader della Lega.

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Matteo Salvini aggredito a Pontassieve, in occasione della campagna elettorale delle regionali della Toscana. Ad aggredire il leader della Lega una donna di circa 30 anni, di origine congolese che gli avrebbe strappato la camicia e la catenina che Salvini indossava al collo. La donna è stata identificata dalla polizia. Ecco come ha commentato l’accaduto su twitter lo stesso Salvini:

Tutto bene tranquilli, nessun problema fisico. La camicia strappata la posso ricomprare, il Rosario strappato con violenza dal collo che mi aveva donato un parroco purtroppo no.

Leggi anche: Salvini: “Ho vissuto male il mio lockdown. Voglio poter abbracciare di nuovo”

Salvini aggredito a Pontassieve, la ricostruzione della Questura

Secondo quanto riportato dal quotidiano La Nazione, la Questura di Firenze sta effettuando gli accertamenti sulla ragazza e ha parlato di una persona “in evidente stato di alterazione psico-fisica”. Stando alla ricostruzione dell’aggressione a Salvini, la giovane era tra il pubblico radunato per l’arrivo di Matteo Salvini a Pontassieve. Sempre nella cittadina toscana, la presenza del leader della Lega non era evidentemente gradita a qualcuno: un ristoratore ha dovuto annullare il pranzo del leader del Carroccio dopo aver ricevuto minacce. La stessa cosa è accaduta ad una azienda. Salvini, che dice di non temere per la sua incolumità, dichiara:

Mi spiace che qualcuno a sinistra sia rimasto fermo al secolo scorso e quindi che un ristorante di Pontassieve venga minacciato perché osa dare un piatto di pasta a Salvini è bizzarro, come successe a Bagno a Ripoli, come successe alla gelateria di Orbetello. Però la Toscana è altro: la Toscana è arte, è cura, è bellezza, patrimonio, artigianato, è il tempio della libertà di pensiero, è la terra di Dante e di Michelangelo, di Montanelli e della Fallacci, quindi non sono quei tre poveretti a fermare me o la Lega.


Leggi anche: Lucarelli, Ordine Giornalisti la deferisce: ecco la replica

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Olivia Paladino, giovane, elegante e in carriera. Ecco chi è la fidanzata di Giuseppe Conte

Figlia della Roma bene, più giovane del Premier di circa 15 anni, mamma di una adolescente e manager del prestigioso Hotel di famiglia. Incuriosisce la vita della First Lady italiana.

Libellula significato, simbologia e leggende

Libellula significato e spiritualità. Un insetto dai mille colori che affascina con il suo volo leggero incarnando diversi significati a seconda delle culture

Ultimi

Maltempo in Italia, ecco cosa sta succedendo nella Penisola

Crollano le temperature con minime fino a 10°C. Piogge, nubifragi e temporali interesseranno tutta la Penisola.

Omicidio Aldrovandi 15 anni dopo: La mamma: “Non lo dimenticate”

Il 25 settembre 2005 alle ore 6:04 del mattino moriva a Ferrara Federico Aldrovandi, giovane di 18 anni pestato a morte da quattro agenti di Polizia. Condannati per eccesso colposo in omicidio colposo, i quattro hanno scontato una pensa di 6 mesi.

Come sta Alex Zanardi? Il San Raffaele: “Progressi significativi ma quadro generale complesso”

Alex Zanardi presenta progressivi miglioramenti ma il quadro generale resta complesso e...

Vestirsi nero, cosa significa e perché piace così tanto

“Quando troverò un colore più scuro del nero, lo indosserò. Ma...