Matteo Ridolfi, il 14 enne salva un uomo con massaggio cardiaco: “L’ho visto fare nella serie Doc”

Matteo Ridolfi salva un uomo accasciatosi a terra per un malore: "Gli operatori del 118 con cui ho parlato telefonicamente mi hanno fatto i complimenti".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Il 14enne Matteo Ridolfi ha salvato un uomo per strada, praticandogli un massaggio cardiaco visto in TV, nella serie Doc – Nelle tue mani in onda ogni giovedì su rai 1. Lo studente di terza media di Colognola ai Colli, in provincia di Verona, domenica 18 febbraio si stava recando presso un campo da calcio con la sua bici quando ha visto un uomo a terra.

Il pensionato di 65 anni, che ha poi salvato era disteso a terra, mentre sua moglie per strada gridava aiuto e il 14enne si è subito avvicinato per prestare soccorso. Pur non avendolo mai fatto prima, ― ha, però, pensato a una puntata di Doc ― ha iniziato a praticare il massaggio cardiaco, seguendo passo dopo passo le informazioni dettate al telefono dagli operatori del 118.

Nessuno tra automobilisti, ciclisti e passanti si è fermato per soccorrere l’uomo a terra. Solo Matteo Ridolfi lo ha assistito fino all’arrivo del personale che lo ha trasportato in elicottero presso l’Ospedale di Borgo Trento, dove è tuttora ricoverato in buone condizioni.

Cosa ha raccontato Matteo Ridolfi dopo l’accaduto?

È lo stesso Matteo Ridolfi a raccontare a “Corriere del Veneto” le dinamiche della vicenda: “Ero in strada e mi sono accostato all’orto dove era disteso per terra il signore. Mi sono avvicinato alla moglie, in quel momento molto agitata, e le ho strappato di mano il cellulare. Ho detto soccorritori dove eravamo e chiedendo cosa potevo fare. A quel punto mi hanno detto di provare a fare il massaggio cardiaco“.

Il 14enne ha rivelato di aver pensato alla serie Doc in quel frangente: “Avevo visto la sera precedente il massaggio cardiaco e ho provato a imitarlo, seguendo comunque le indicazioni degli operatori al telefono”. Quanto è durato il suo intervento? Ha continuato Matteo Ridolfi: “Ho messo le mie mani sulla cassa toracica dell’uomo e ho iniziato a premere. Non mi sono mai fermato finché non è arrivata l’ambulanza e poi anche l’elisoccorso. Mi hanno detto che sono stato bravo”.

Da chi ha ricevuto i complimenti Matteo Ridolfi per aver salvato un uomo da un infarto?

Il 14enne Matteo Ridolfi ha ricevuto i complimenti dal governatore del Veneto, Luca Zaia, che ha elogiato il suo coraggio a “Il Gazzettino”: “Bravo Matteo! Hai dimostrato quello che a molti adulti troppo spesso non riesce, superare la tentazione di girare la testa dall’altra parte e assumersi la responsabilità di fronte a un’emergenza e alla richiesta di aiuto. Sensibilità, educazione, senso civico e disponibilità, queste le sue doti che non si sono fermate di fronte a un rischio enorme, in cui era in gioco la vita di un uomo”.

Ha proseguito: “È un vero modello per quelli della sua generazione, ma sono convinto che ce ne siano molti altri come lui e sono coloro che indicano la via. Quando troppo facilmente i giovani di oggi vengono dipinti con un’accezione poco fiduciosa, dobbiamo andare oltre ai fatti negativi, non generalizzare e pensare ai ragazzi come lui”.

Leggi anche: Rovigo, bimbo salva nonno con manovra di Heimlich: “Gli era andato un boccone di traverso”

spot_img

Correlati

Doppio trapianto per due gemelli al fegato e rene, la mamma: “Dopo tanta paura oggi stanno bene”

È stato eseguito nella stessa giornata un doppio trapianto di fegato e rene presso...

Jessica scompare da scuola, ritrovata 13 anni dopo: “Ho sentito che mi state cercando, sono io”

Jessica Delgadillo aveva solo 14 anni quando è scomparsa nel nulla, ma oggi è...

Suviana, chi è il sopravvissuto Nicholas Bernardini, come si è salvato e come sta ora?

Continuano le ricerche nella centrale idroelettrica di Bargi dell'Enel Green Power, nel bacino di...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img