Chi è Marlene Engelhorn, l’ereditiera che vuole donare 25 milioni a sconosciuti

Alla morte della nonna Marlene Engelhorn è diventata milionaria, ma ha un'idea ben precisa su come distribuire la sua ricchezza: "Donerò il mio patrimonio a 50 sconosciuti, non li ho meritati".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Marlene Engelhorn è una trentunenne austro-tedesca che nel 2022 è diventata milionaria in seguito alla dipartita di sua nonna. Pronipote del fondatore di BASF, Friedrich Engelhorn, una delle più grandi compagnie chimiche in tutto il mondo, però, ha fin da subito espresso il suo desiderio di donare tutto il lascito di sua nonna: “Ho ereditato una fortuna e con essa il potere di gestirla, senza aver fatto nulla per meritarmela. Ma chi è più nel dettaglio l’ereditiera Marlene Engelhorn e come ha deciso di distribuire la sua ricchezza?

Marlene Engelhorn si batte da sempre per la tassazione equa

La trentunenne Marlene Engelhorn, nata in Austria nel 1992, non è solo un’ereditiera, ma anche un’attivista. E da due anni collabora, insieme ad altri milionari come lei, con l’associazione internazionale Millionaires for humanity, e con altri eredi ha fondato il movimento Taxmenow.

Ha, inoltre, affiancato una campagna di Oxfam, combattendo sempre per un unico obiettivo: introdurre un sistema che sia in grado di distribuire una qualsiasi ricchezza equamente e che sia, soprattutto, soggetta a tassazione. Ha scritto un libro dal titolo Geld, che tradotto vuol dire proprio ‘soldi’, e prende parte a talk show e programmi, ribadendo l’importanza di reintrodurre l’imposta sulle successioni in Austria, dal momento che è stata abolita nel 2008.

Proprio per questo motivo Marlene Engelhorn vuole ridistribuire la sua ricchezza, ricevuta in eredità da sua nonna, perché, sostiene: “Siamo in una democrazia. Metterò il mio patrimonio a disposizione di queste 50 persone e darò loro la mia fiducia. Se i politici non fanno il loro lavoro e non si occupano di redistribuire la mia ricchezza allora devo farlo io“.

Qual è il progetto di Marlene Engelhorn?

Marlene Engelhorn ha promosso un progetto che prevede l’istituzione di un gruppo di 50 persone. I membri del suo ‘Buon Consiglio’, in vari incontri stabiliti ― tra marzo e giugno in presenza di un moderatore e diversi esperti ― decideranno come distribuire equamente i 25 milioni dell’ereditiera e in quali iniziative, perché la stessa Engelhorn non vuole né fare filantropia e creare enti benefici: “Questo darebbe ai ricchi ancora più potere, per questo penso che la redistribuzione è un processo che non debba coinvolgere solo me”.

Come verranno selezionati i 50 sconosciuti che riceveranno una parte dell’ingente patrimonio?

Il ‘Buon Consiglio’ sarà composto da 50 residenti in Austria estratti a sorte a partire da 10.000 persone che devono avere almeno 16 anni di età. In questi giorni nelle loro cassette delle lettere sono comparsi gli inviti per diventare membri del Consiglio.

Le candidature saranno inoltrate tramite mail o anche mediante messaggi, in cui dovranno essere specificati tutti i dati anagrafici e una propria presentazione. Sulla base di tutte queste informazioni, l’istituto Foresight, guidato dal ricercatore Christoph Hofinger, sceglierà 50 persone, individui di ogni fascia di età che provengono da ogni parte dell’Austria, appartenenti a varie classi sociali e con livelli di formazione diversi. Infine, saranno individuati anche 15 membri di riserva nel caso in cui tra le 50 persone ci fosse qualcuno disposto a rinunciare.

Leggi anche: Eredità Gianni Vattimo, a chi andrà e cosa dice il terzo testamento

spot_img

Correlati

Chi è Edoardo Di Pietro, il primo a laurearsi nel metaverso con avatar e di cosa si occupa

Edoardo Di Pietro, 27enne di Colle Val D'Elsa, è stato il primo italiano ad...

Chi è l’innocente Beniamino Zuncheddu, scarcerato dopo 33 anni: “Chi mi restituisce la vita?”

Beniamino Zuncheddu è finalmente tornato a casa. Accusato ingiustamente di triplice omicidio per la...

Chi è Tommaso Caligari, il 17enne che ha creato il Parkinson Detector con l’AI

A soli 17 anni lo studente novarese Tommaso Caligari sarà premiato in Senato per...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img