domenica, Gennaio 29, 2023

Manda in ospedale la figlia della compagna, poi si pente: “Ero disconnesso”

Mario Franchini è stato arrestato per aver picchiato la figlia della sua compagna, di appena nove mesi, provocandole gravi ferite, fratture e un'emorragia cerebrale. Ora però si dice pentito.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Mario Franchini, muratore 28enne di Casarile (Milano) sabato 1 ottobre ha mandato in ospedale la figlia della sua compagna, un bambina di 9 mesi. L’uomo, secondo l’ultima versione, esclude di averla colpita con calci e pugni ma sostiene di averla solo scossa per cercare di farla smettere di piangere.

Franchini è accusato di tentato omicidio aggravato. Ad occuparsi delle indagine è la procura di Pavia. La piccola, che ha riportato diverse fratture, lividi, ferite e un’emorragia cerebrale ora si trova ricoverata presso l’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, e le sue condizioni stanno migliorando. Il bollettino medico dice che la bambina è uscita dalla terapia intensiva, non è in pericolo di vita e le sue condizioni sono stabili.

Mario Franchini: reazione dopo l’arresto, pentimento e ritrovamento della piccola

Ero disconnesso dal mio cervello. Non mi so spiegare come sia successo. L’ho solo scossa per farla smettere di piangere. È caduta dal seggiolone“, sono le frasi pronunciate da Mario Franchini, subito dopo il fermo. L’uomo ha ammesso di aver picchiato la bambina ma non ricordare nulla e chiede di continuo come sta: “Ho sempre in mente lei, non mi capacito”. Il muratore 28enne ora appare davvero pentito e non riesce a capacitarsi del gesto compiuto, di una così tale ferocia, ai danni della figlia della sua compagna.

Sabato pomeriggio Mario Franchini era solo in casa con la bambina. A trovarla in lacrime e con segni di percosse è stata la nonna, avvisata dalla madre della piccola che non riusciva a contattare il compagno al quale aveva affidato sua figlia mentre era al lavoro in un supermercato. La donna ha subito chiamato il 118 e i carabinieri.

La bambina è stata dapprima ricoverata all’ospedale San Matteo di Pavia per poi essere trasferita a Bergamo.

Chi è Mario Franchini

Mario Franchini_

Mario Franchini è muratore di Cusano Milanino, paese alle porta di Milano dove abitava prima di trasferirsi a Casarile, sempre nel Milanese, per andare a vivere con la compagna e la sua bimba. Franchini è originario di Martina Franca, in provincia di Taranto, e si era trasferito in Lombardia qualche anno fa.

Secondo quanto riportato sui social il 28enne, che si sarebbe accanito con violenza sulla figlia della compagna, ama il pugilato e appare sempre con la compagna senza eccessivi vizi. Nelle foto appare sempre sorridente insieme ai suoi parenti. Inoltre non sembra avesse problemi economici o di droga.

Leggi anche: Marco Bellavia dimostra che la depressione in Italia è ancora un tabù

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie