La sorella di Falcone: “Provo disgusto per le parole di Messina Denaro su Capaci”

La donna ha commentato con rabbia il vocale in cui si sentono chiaramente le imprecazioni di Matteo Messina Denaro nel giorno del trentennale della strage in cui morì il fratello.

Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img

Sono state parole di ferma condanna quelle di Maria Falcone, sorella del magistrato antimafia Giovanni Falcone, ucciso il 23 maggio 1992 a Capaci. La donna ha commentato con rabbia il vocale in cui si sentono chiaramente le imprecazioni di Matteo Messina Denaro nel giorno del trentennale della strage in cui morì il fratello.

All’interno dell’audio che è stato diffuso ieri, destinato a una chat di gruppo con alcune pazienti conosciute dall’ex latitante nel reparto di oncologia, si sente l’ex boss di Castelvetrano lamentarsi per essere rimasto bloccato nel traffico a causa delle commemorazioni della strage di Capaci.

Le parole di Messina Denaro durante il trentennale della strage di Capaci

Nello specifico, il 23 maggio 2022 Matteo Messina Denaro ha pronunciato queste parole in macchina:

Questo telefono non mi prende stamattina e io qua, bloccato con le 4 gomme a terra, cioè non bucate, sull’asfalto, che non si muovono per le commemorazioni di ‘sta mer*a.

Va ricordato che l’ex latitante è imputato nel processo in corso a Caltanissetta come mandante delle stragi di Capaci e di via d’Amelio. Quest’ultima, conusmatasi il 19 luglio 1992, portò alla morte del magistrato Paolo Borsellino.

Maria Falcone sulle parole di Messina Denaro: “Ho provato disgusto”

Come anticipato, le parole a commento dell’audio di Messina Denaro della sorella di Giovanni Falcone, Maria Falcone, sono state di dura condanna. Secondo la donna, il boss di Castelvetrano non avrebbe maturato alcun ravvedimento, pentimento o simili rispetto ai sanguinosi crimini di cui è accusato. E l’audio diffuso ieri non sarebbe che un’ulteriore prova di tale evidenza. Maria Falcone, in un’intervista per il Corriere della Sera, ha detto:

Ho provato digusto. Ovviamente per me non è nulla di nuovo: so bene di che razza di criminale sanguinario parliamo, ma non nascondo che il tono carico di violenza che ha usato mi ha creato molto disagio.

Superato il fastidio, però, ho fatto una considerazione: il re ora è finalmente nudo. Mi spiego: per settimane Messina Denaro, su diversi media, è stato raccontato come un latin lover di provincia e non come l’assassino stragista che è.

Ho letto pure che in molti sono corsi a comprare giacconi simili a quelli che indossava il giorno dell’arresto, quasi a ritenerlo un personaggio da emulare. Ecco, spero che quest’audio così orribile serva a togliere dubbi a chi ne ha e a riportare tutti alla realtà.

Penso che sia così profondamente permeato dalla subcultura mafiosa che non farà mai questo passo. Un po’ come Riina e Provenzano, che sono stati poi i suoi alleati e i suoi modelli. Messina Denaro resterà fedele alla sua identità fino alla fine. Poi basta sentirlo parlare per rendersi conto che nessun ravvedimento è possibile.

Tempo fa un mafioso intercettato invitava una amica a non mandare la figlia alle cerimonie. Questa per me è un’ulteriore prova dell’importanza del lavoro che tante associazioni antimafia fanno, specie con i giovani.

La battaglia culturale è l’unica strada per vincere definitivamente questa guerra. E la mafia lo sa. Per questo non dobbiamo fermarci. I magistrati e le forze dell’ordine fanno la loro parte. Noi dobbiamo fare la nostra

Leggi anche: Chi è Maria Mesi, l’amante di Messina Denaro indagata per favoreggiamento

spot_img

Correlati

Sanremo 2025, chi sarà il prossimo conduttore? Ecco i possibili nomi

Il Festival di Sanremo è appena iniziato e si pensa già al 2025. Infatti,...

Giovanni Allevi ritorna a Sanremo per la prima volta con un impegnativo monologo sul mieloma

Grande attesa per il ritorno di Giovanni Allevi. Dopo due anni di assenza, a...

Loredana Bertè vincerà il Premio della critica che porta il nome di sua sorella Mia Martini?

Loredana Bertè ha incantato ieri sera il palco dell'Ariston con il suo brano "Pazza"....
Asia Buconi
Asia Buconi
Classe 1998, romana. Laureata in Scienze politiche e relazioni internazionali, ama l’attualità e la letteratura, ma la sua passione più grande è la sociologia, soprattutto se applicata a tematiche attuali. Nel tempo libero divora film e serie tv.
spot_img