“Luna Marì non è figlia di Belen”: Spinalbese risponde all’assurda teoria di Tatiana Sova

Un utente su Instagram ha riaperto la questione “Luna Marì non è figlia di Belen e Spinalbese” commentando una foto della piccola con il suo papà. Il commento ha scaturito la risposta dell’ex concorrente del Grande Fratello Vip.

Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.
spot_img

Da mesi circola sui social l’assurda teoria a proposito di Luna Marì, secondo la quale la piccola non sarebbe la figlia biologica di Belen e Antonino Spinalbese, ma di una certa Tatiana Sova.

Fino ad ora i diretti interessati non hanno mai replicato, nonostante in rete circolassero centinaia di video con teorie cospirazioniste. Per la prima volta l’ex concorrente del Grande Fratello Vip ha commentato l’assurda teoria che lo riguarda.

Spinalbese risponde alle teorie cospirazioniste sulla figlia Luna Marì

luna marì

Ad una signora che, sotto un post Instagram che ritrae Luna Marì con il suo papà, commentava in un italiano sgrammaticato: “Spinalbese, avete fatto un bell’investimento comprando i ovociti di Tatiana asportati ilegalmente nei ospedalil’ex di Belen ha così replicato:

Signora non so nemmeno fare la spesa online, mi metto ad acquistare ‘i ovociti di Tatiana’?

Il commento della donna però prosegue, elencando altre fantasiose circostanze: “Solo grazie a questi ovociti sei diventato famoso. La bambina sarà restituita alla vera madre biologica. Un bel investimento con un guadagno sicuro. Una piccola schiava indifesa gratis che avi mantenere. Basta sfruttarla nei social”. Spinalbese ha saputo rispondere con ironia, senza prendere sul serio le parole della signora.

Le gravi e assurde accuse a Belen: il racconto di Tatiana Sova

figlia di Belen_Luna Marì e Tatiana Sova

L’anno scorso, ad ottobre, era diventato virale su TikTok il video di una donna, Tatiana Sova, nel quale spiegava che era lei la vera madre di Luna Marì e non Belen. Secondo il racconto della Sova la coppia avrebbe acquistato illegalmente i suoi ovociti e per questo la bambina sarebbe figlia sua.

Tatiana sostiene di essere stata operata da dei chirurghi plastici presso un ospedale, di cui fa nomi e cognomi. Questi durante l’intervento le avrebbero asportato illegalmente ovociti e gameti. La signora dichiara di essere stata vittima di traffico di organi, organizzato e premeditato da una donna della provincia di Ferrara, che con l’inganno l’avrebbe mandata dal suo chirurgo di fiducia allo scopo di praticarle interventi illegali e asportarle parti sane dal suo corpo, per poi venderle a qualcun altro.

Le visite da questo chirurgo erano per delle protesi al seno, che Tatiana voleva rimuovere. Ma il medico e la sua équipe le avrebbero asportato ovociti, gameti, muscoli, tendini e altre parti sane dal suo corpo per poterli vendere ai clienti, e organizzando il tutto nell’arco di tre mesi, dalla prima visita fino all’operazione, in seguito alla quale la donna si sarebbe ritrovata in menopausa all’età di 28 anni e impossibilitata ad avere figli.

Tatiana Sova e le denunce

Tatiana Sova avrebbe denunciato i fatti, dichiarando di essere stata vittima di traffico di organi e accusando le persone coinvolte, comprensive del medico e la sua equipe.

Nel profilo Instagram della donna ci sono diversi video a sostegno della sua tesi, con documenti e falsi consensi ritrovati nella sua cartella clinica, immagini a confronto di lei, anche da bambina, e della piccola Luna Marì. In uno di questi dichiara che nella sua cartella clinica sono stati inseriti dei falsi consensi che riguardano interventi chirurgici in tutto il corpo, con asportazioni di organi e altre parti del corpo.

“Belen non è nata donna”

Stando alla sua ricostruzione Belen e Antonino si sarebbero appropriati dei suoi ovociti per far nascere la piccola Luna Marì tramite una madre surrogata perché in realtà Rodriguez sarebbe una donna transessuale. “Belen è un uomo non è nata donna, non ha utero e ovaie“, commenta nei video Tatiana Sova. La coppia avrebbe quindi inscenato una gravidanza e quando la bambina è venuta al mondo l’ospedale di Padova avrebbe chiuso un intero reperto per nascondere il fatto che non fosse stata Belen a partorire la piccola.

A motivo delle sue accuse, che hanno toccato ospedali e questure, la donna sarebbe stata anche arrestata, con un falso documento dichiarato a suo carico. Vedremo come procederà la vicenda sul piano legale, e come in questo senso, oltre a Belen Rodriguez, si stanno organizzando anche i medici e gli ospedali coinvolti nella grave, drammatica accusa. All’orizzonte del tutto sembra esserci l’infermità mentale, al momento unica chiave di lettura possibile, a parere prevalente degli utenti che in questi mesi commentano la notizia. Ma un’altra buona parte invece crede all’inverosimile storia di Tatiana, chiedendo giustizia per lei.

Leggi anche: Chi è Rametta, imitatrice di Ferragni, Belen e De Lellis: da TikTok alla tv

spot_img

Correlati

Rosanna Banfi sarà nonna: “Mia figlia in menopausa a 27 anni, ora è incinta”

Rosanna Banfi è stata ieri ospite nel programma di Monica Setta, Storie di donne...

La lettera del giovane Sorrentino a Troisi: “A Roma clima freddo, le chiedo di poter lavorare nel suo prossimo film”

Paolo Sorrentino ha presentato al Festival di Cannes il suo ultimo film, Parthenope incentrato...

Chi è Aras Şenol, attore in Terra Amara: vince L’isola dei famosi e dona 50.000 euro alla fondazione Giulia Cecchettin

Aras Şenol è il vincitore de L'isola dei famosi, programma condotto da Vladimir Luxuria....
Michela Sacchetti
Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.
spot_img