giovedì, Ottobre 22, 2020

“Lasciamo stare il cellulare mentre guidiamo”: Chiara Masciotta mostra le cicatrici dopo l’incidente

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

Non vorrei focalizzarmi sul fatto in sé ma piuttosto sul fatto che dovremmo essere un po’ tutti di più nonno Romano nei gesti di tutti i giorni.

È quello che ha detto Edelfa Chiara Masciotta, Miss Italia nel 2005, a Storie Italiane parlando dell’incidente avuto lo scorso novembre a Torino. ”

Siamo troppo presi dal nostro ego viviamo una vita molto frenetica, ma ci sono dei momenti in cui dobbiamo essere meno frenetici. Dobbiamo lasciar stare il cellulare mentre guidiamo la macchina. Dobbiamo stare tutti più attenti.

La Masciotta è stata investita da un’auto a Torino. Dopo aver mostrato con coraggio le cicatrici sui social, Edelfa è stata ospite della trasmissione in onda su Rai1 per raccontare quei momenti. La 35enne reginetta di bellezza ha dovuto subire un delicato intervento al naso.

Abbiamo in mano un’arma, perché i mezzi di trasporto sono un’arma, è stata un’esperienza molto forte e capisci tante cose. Io ero a piedi, sulle strisce pedonali quel giorno. Ma non è importante la dinamica, ma andare a monte della questione. Ribadisco, è una questione di un attimo.

Ha aggiunto raccontando che l’investitore è sceso dalla macchina e ha aspettato con lei l’ambulanza.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

…e niente non sapevo dove mettere la bottiglia!

Un post condiviso da ECM (@edelfa_chiara_masc) in data:

Leggi anche: “Orgogliosa della mia identità”, Miss Universo è un’attivista per i diritti delle donne

 

di Martina Mugnaini

Martina Mugnaini
Martina Mugnaini
Martina Mugnaini. Classe 1991. Nata e vissuta a Roma, ha un forte legame con le sue origini fiorentine. Laureata in Filologia Moderna alla Sapienza e giornalista, ama scrivere di tutto quello che riguarda l’arte, la letteratura, il teatro e la cultura digitale. Da anni lavora nel campo della comunicazione e del web writing interessandosi di tutto ciò che riguarda l'innovazione. Bibliofila e compratrice compulsiva di libri di qualunque genere, meglio se antichi: d'altronde “I libri sono riserve di grano da ammassare per l’inverno dello spirito” e se lo dice la Yourcenar sarà vero.

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Papa Francesco, sì alle unioni civili: “Le persone omosessuali hanno diritto a una famiglia”

Inclusione, è la parola d’ordine della nuova iniziativa civile di Papa Francesco....

L’Irlanda è il primo paese europeo a imporre un nuovo lockdown

La chiusura totale inizierà alla mezzanotte di oggi e durerà sei settimane. Saranno consentiti solo spostamenti strettamente necessari, ma le scuole, considerate tra i servizi essenziali, rimarranno aperte.

Uccisa dal fidanzato durante il lockdown, oggi la Laurea a Lorena Quaranta

Tra le tante conseguenze del lockdown ci sono purtroppo anche le violenze...

Stanchezza da pandemia: perché siamo più tristi e tesi?

Di recente sentiamo spesso parlare di stanchezza da pandemia. Ma di cosa...