lunedì, Settembre 26, 2022

Che cos’è la manovra di Heimlich, con cui la moglie di Facchinetti ha salvato Alessia Marcuzzi

Alessia Marcuzzi ha rischiato la vita con il soffocamento ma è stata salvata dalla manovra di Heimlich. Scopriamo meglio in cosa consiste questa pratica.

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Sarebbe stata la manovra di Heimlich, praticata da Wilma, moglie di Francesco Facchinetti a salvare la vita ad Alessia Marcuzzi, ex compagna del marito dalla quale ha avuto una figlia, Mia.

Una serata trascorsa in famiglia, con i figli e marito insieme a Francesco Facchinetti e consorte stava per trasformarsi in tragedia in quanto la conduttrice avrebbe rischiato di morire soffocata da un pezzo di polipo durante la cena. Per fortuna Wilma, moglie di Facchinetti, è intervenuta con la manovra di Heimlich, appresa negli Stati Uniti.

Manovra di Heimlich, il racconto di Alessia Marcuzzi su Instagram

Manovra di Heimlich_Alessia Marcuzzi e Wilma_

Ecco cosa ha raccontato su Instagram Alessia Marcuzzi, ringraziando la compagna del suo ex per averle salvato la vita:

Eravamo in un ristorante a Londra e mentre stavo mangiando, un pezzo di polipo mi si è bloccato nella trachea. Non riuscivo più a respirare, mi sono alzata e ho cominciato a strabuzzare gli occhi e a chiedere aiuto.

Paolo e Tommy (marito e figlio, ndr) hanno provato a liberarmi dandomi dei colpi sulla schiena, ma nulla. Panico. Ho pensato davvero di morire, non riuscivo più a capire nulla, quando Wilma mi ha preso da dietro e mi ha stretto forte, dandomi un colpo forte sullo sterno verso l’alto.

All’improvviso ho sputato quel grosso pezzo che mi bloccava la respirazione e che era rimasto completamente intatto, e ho ripreso a deglutire.

La conduttrice si è inoltre ripromessa di imparare la manovra che le ha salvato vita:

Tutto questo nel giro di due minuti davanti a tutte le persone del ristorante che non capivano che cosa stesse succedendo. Mi sono girata, l’ho abbracciata fortissimo e le ho detto commossa ‘Mi hai salvato la vita. Non lo dimenticherò mai’.

È vero, Non lo dimenticherò mai Wilma. In pochi minuti, o forse secondi, sono passata da uno stato di sofferenza estrema ad una liberazione totale e ho realizzato che poteva andare a finire davvero molto male. Mi sono ripromessa di imparare la manovra di Heimlich.

Che cos’è e dove si impara la manovra di Heimlich

La manovra di Heimlich è una procedura d’urgenza per disostruire le vie aeree. Chi soccorre la persona che sta soffocando deve cingergli la vita con entrambe le braccia con una mano chiusa pugno e il pollice a contatto con l’addome, nella zona tra lo sterno e l’ombelico, in modo da consentire le pressioni abbominali, dal basso verso l’alto.

L’altra mano afferra il pugno provocando una serie di spinte verso l’alto, rapide e profonde, finché l’oggetto che ostruiva le vie aeree non viene espulso.

La manovra prende il nome dal medico statunitense Henry Heimlich, il quale fu il primo che la descrisse nel 1974.

Leggi anche: Grande Fratello Vip, Giovanni Ciacci è il primo concorrente ufficiale: “Sono sieropositivo e parlerò della malattia”

Michela Sacchetti
Intuitiva, con un occhio attento alla realtà e alla sua evoluzione, attraverso una lente di irrinunciabile positività. Vede sempre nella difficoltà un’occasione preziosa per migliorarsi da cogliere con entusiasmo.

Ultime notizie