lunedì, Settembre 27, 2021

Modena, incidente sul lavoro: 40enne muore schiacciata da un macchinario

Questa mattina si è verificato l'ennesimo incidente sul lavoro: una donna 40enne di origini marocchine è rimasta schiacciata da un macchinario nell'azienda in cui lavorava.

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ennesimo incidente sul lavoro questa mattina intorno alle 8.30 in via Panaria a Camposanto, in provincia di Modena, dove una donna 40enne è morta nell’azienda Bombonette in cui lavorava solo da qualche mese.

La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. I carabinieri e la medicina sul lavoro stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto.

Incidente sul lavoro: si continua a morire

incidente sul lavoro_modena

L’azienda Bombonette, dove è avvenuto l’incidente questa mattina, si occupa di packaging e lavorazione della carta per pasticceria ed è stata fondata da Fiano Setti, imprenditore modenese, il quale vista l’accresciuta attività degli ultimi anni ha deciso di aprire un secondo stabilimento poco distante.

La vittima secondo le prime informazioni sarebbe stata schiacciata da una fustellatrice. A dare l’allarme sarebbero stati i colleghi.

Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco, che si sono occupati di estrarre il corpo della donna, e i soccorritori del 118, che non hanno potuto far nulla se non accertarne il decesso.

Al momento non sono emersi altri dettagli.

Probabilmente la donna sarebbe stata colpita alla testa mentre effettuava un controllo sul macchinario ancora funzionante, ora sottoposto a sequestro.

Chi è la vittima dell’incidente sul lavoro a Modena

La vittima si chiama Laila El Harim. Di origini marocchine, si trovava in Italia da più di 20 anni. Arrivata nel nostro Paese aveva deciso di rimanere insieme alla sorella.

Abitava a Bastiglia a 10 minuti di distanza da Camposanto, dove lavorava da qualche mese.

Dieci anni fa aveva conosciuto sul posto di lavoro il suo attuale compagno, dal quale aveva avuto una figlia di 4 anni.

Atri incidenti sul lavoro

incidente sul lavoro_luanad'orazio

La vicenda di questa mattina ricorda molto quella di Luana D’Orazio, la ragazza di 22 anni, mamma di un bambino di cinque anni, uccisa da un macchinario tessile, in provincia di Prato.

Intanto questa mattina ha perso la vita anche un uomo che era rimasto vittima ieri di un incendio divampato nella sua officina, in zona Ottavia a Roma. L’uomo sessantenne, trasportato subito all’ospedale San Filippo Neri per ustioni gravi, non ce l’ha fatta. I Carabinieri stanno indagando sulla vicenda ma da una prima ricostruzione pare si tratti di un rogo accidentale.

Sempre nella giornata di oggi a Paruzzaro, nella provincia di Modena, si è verificato un ulteriore incidente sul lavoro: un operaio è caduto dall’altezza di oltre sei metri. Il sessantenne stava lavorando in una casa in costruzione e all’improvviso l’impalcatura dove si trovava è precipitata. Attualmente si trova all’ospedale Maggiore di Novara e le sue condizioni sono gravi.

Leggi anche: Busto Arsizio, nuovo incidente sul lavoro: operaio 49enne muore schiacciato da un tornio meccanico

Michela Sacchetti
Aspirante giornalista. Ama la letteratura, il cinema e il teatro. Dopo il diploma in ragioneria cambia itinerario iscrivendosi alla facoltà di Lettere. Laureata in Scienze del Testo, crede che nella vita si può e si deve continuare sempre ad imparare.

Ultime notizie