venerdì, Ottobre 30, 2020

Il femminicidio della studentessa di medicina Lorena fa più male del Coronavirus

Lorena Quaranta, è la studentessa di Medicina all’Università di Messina, strangolata e uccisa dopo una lite dal suo Antonio De Pace, collega di studi. Il ragazzo ha poi chiamato i carabinieri per autodenunciarsi e cercato di tagliarsi le vene senza successo. È stato arrestato. Le forze dell’ordine lo hanno trovato mentre tentava il suicidio. I primi a sapere dell’omicidio sono i carabinieri della Stazione di Santa Teresa di Riva, insieme al comandate Maurizio La Monica e i militari della compagnia di Taormina con il capitano Arcangelo Maiello.

Denunciare le violenze domestiche al numero 1522

1522 è il numero per denunciare e segnalare violenze domestiche. Lorena in questo periodo era completamente presa dall’emergenza coronavirus, attraverso i social sensibilizzava diffondendo notizie utili a incentivare l’autoisolamento e raccontava le storie di chi in trincea combatte in prima linea contro il nemico invistibili, le storie di medici e infermiri di cui, di lì a poco, sarebbe diventata collega. Ma Lorena ha avuto un destino diverso. La ragazza è stata uccisa dal proprio compagno mentre si trovava in casa insieme a lui.

Chi si macchia di simili gesti deve marcire in galera

Ha dichiarato Matteo Francilia, il sindaco di Furci Siculo, paese d’origine di Lorena:

È un dramma nel dramma, Stamattina ci siamo svegliati con la notizia di questa tragedia. Siamo sconvolti, la nostra comunità è da sempre in prima linea nel contrasto alla violenza di genere, abbiamo anche istituito un centro di ascolto. Chi si macchia di simili gesti deve marcire in galera.

L’aria non la toglie solo il Covid-19 ma anche le mani di chi vuole farti del male e toglierti la vita. E la pandemia e la quarantena non diminuiscono gli episodi di violenza fra le mura domestiche ma inevitabilmente li alimentano. Leggi anche: Marzo 2020, tutto quello che è successo nel mondo  

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

La campagna di Joe Biden, siamo agli sgoccioli

È testa a testa tra Donald Trump e Joe Biden, in corsa...

La lattoferrina salva dal Covid? La parola degli esperti

Due scuole di pensiero: c'è chi sostiene che l'assunzione di lattoferrina possa...

Pensioni, in arrivo bonus 155 euro a Dicembre

Le pensioni stanno subendo molte modifiche nel corso del tempo e non...

Cos’è l’amore platonico? Esiste davvero?

Amore platonico è un modo usuale per definire una forma di amore...

Decreto Ristori, come fare per ricevere gli aiuti

Il decreto è pubblicato in Gazzetta Ufficiale e entrerà in vigore a partire da oggi, 29 ottobre. Un provvedimento da 5,4 miliardi che interviene “in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza”.