domenica, Ottobre 25, 2020

“I miei sogni vanno in fumo, brucio la mia collezione”: il gesto di uno stilista salentino

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

San Francesco d’Assisi diceva che chi lavora con le mani è un operaio, chi lavora con le mani e la testa è un artigiano e chi lavora con le mani, la testa e il cuore è un artista. Ecco perché fa rumore il gesto seppur simbolico di Piero Demita, firma giovane e di talento nella creazione di abiti da cerimonia del Made in Italy a Veglie, in provincia di Lecce. Pietro ha simbolicamente dato fuoco ad alcuni capi, non come affronto alla creatività ma per dimostrare come i suoi sogni stiano andando in fumo.

Il Primo Maggio più difficile per il nostro Paese

Esplode sui social la protesta del giovane stylist salentino, lanciata sul suo profilo Facebook, nei confronti di uno Stato che ha deciso di ignorare una parte produttiva del Paese enormemente importante. Oggi più che mai, nella Giornata dedicata ai lavoratori. Siamo a pochi giorni dalla Fase 2 e il tema del lavoro è sempre più centrale. C’è chi dovrà riorganizzarlo o cambiarlo, ma c’è anche chi il lavoro lo perderà. È un Primo Maggio difficile. Da Lunedì 4, alcune aziende riprenderanno la loro attività, ma ci sono ancora tante incertezze su tempi, regole e sostegni economici per i lavoratori. Leggi anche: Perché abbiamo ancora bisogno di una Festa del Lavoro

In fumo i sogni di un intero settore

demita
“I miei sogni stanno andando in fumo, brucio la mia collezione”. Il gesto simbolico del giovane stilista Pietro Demita.
L’INTERVISTA Pietro come stai affrontando questo momento?

Per me e per tutto il comparto wedding è un momento di crisi. I matrimoni sono annullati o rimandati al prossimo anno. Siamo fermi. Stilisti, fiorai, tutti i lavoratori del settore moda sposi. Rischiamo di saltare un intero anno di lavoro e di guadagno.

Che difficoltà riscontri e cosa serve per rimediare?

Ho la responsabilità di 23 dipendenti più tutto l’entourage. Sto provvedendo a loro con la cassa integrazione, che non è ancora arrivata, ma attingo alle mie risorse. Fino a quando ne avrò. È impensabile restare in piedi senza un aiuto economico vero, concreto, veloce e realmente libero da ogni burocrazia. Gli aiuti promessi dai decreti non arrivano, la richiesta del prestito del 25% del fatturato alle banche ha un processo burocratico lungo e complesso, senza alcuna direttiva precisa. Un’azienda come la mia, con 25 mila euro non ha vita lunga.

Leggi anche: Chiara Ferragni e Fedez preparano buste per le famiglie italiane in difficoltà

Pietro, come vedi il futuro e quello del tuo settore?

Io sono tenace. Non mollo. Non mi piango addosso. Continuo a creare, la linea stile non si è mai fermata. Le opere d’arte non hanno scadenza. Stiamo dando continuità alla Collezione 2021. Tutti quelli che lavorano nel mio settore devono tenere duro, per affrontare questi mesi di certezza e ricominciare il prossimo anno. Noi amiamo l’Italia, amiamo e sosteniamo da sempre il Made in Italy, ma non siamo più disposti a farci massacrare economicamente. Siamo il cuore pulsante dell’Italia, siamo la parte produttiva che ci rende famosi nel mondo, non facciamoci calpestare economicamente.

https://www.facebook.com/pietro.demita/videos/10159624522669692/

  di Catiuscia Ceccarelli

Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli
Catiuscia Ceccarelli, giornalista e imprenditrice, si occupa di personaggi, interviste, attualità e lifestyle. Segni particolari? Mamma di Matilde

Popolari

Coronavirus, tornerà a settembre con nuovo lockdown: sì o no?

Il rischio di un nuovo lockdown a settembre sembra farsi più concreto. Cosa ne pensano gli esperti? E come farsi trovare pronti?

Nuove regole Inps sulla quarantena: l’isolamento fiduciario a casa non è malattia

Diversamente da quanto stabilito nel decreto Cura Italia, l’isolamento domiciliare non sarà automaticamente equiparato alla malattia. Ecco cosa c’è da sapere.

Finanziamenti a fondo perduto 2020: tutti i bandi

La lista dei bandi a fondo perduto 2020 nazionali e regionali. Quali sono, chi può chiederli e come fare per ottenerli.

Maxi concorso al Comune di Roma: 1500 nuove assunzioni. Tutto quello che c’è da sapere

L’atteso concorso annunciato dal Campidoglio probabilmente sarà pronto per la seconda metà di agosto. Si cercano 1500 dipendenti in diversi profili, da assumere entro la primavera 2021. Causa Covid, le selezioni avverranno a distanza.

Ultimi

Chi è Annalisa Scarrone, vita di una cantante pop

Il suo nome d'arte è semplicemente "Annalisa" detta "Nali". Annalisa Scarrone deve...

C’era una volta il west: la sfida Trump-Biden

La Casa Bianca aspetta il suo nuovo Presidente per il giorno tre...

I cani possono riconoscere il Covid-19 se addestrati

I cani sono sensibili al Covid-19 distinguendo la saliva delle persona sane...

Chi è Greta Favino, una delle figlie di Pierfrancesco Favino

Il noto attore Pierfrancesco Favino e la compagna Anna Ferzetti hanno avuto...

Impronta ecologica, come alleggerire l’impatto della nostra vita sulla natura

L'impronta ecologica è un’unità di misura che calcola lo sfruttamento delle risorse...