Giulio Deangeli, 5 lauree in 6 anni, ai maturandi: “Prendetela con distacco e ripassate all’aria aperta”

Giulio Deangeli, il neuroscienziato con 5 lauree svela i suoi 3 segreti ai maturandi per affrontare al meglio l'esame: quali sono?

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Per Giulio Deangeli studiare è sempre stato un piacere. E non ha mai voluto essere il più bravo della classe, il suo scopo è sempre stato quello di imparare e acculturarsi.

Il suo curriculum vitae vanta ben 5 lauree con la media del 30 in Medicina, Biotecnologie, Ingegneria, Biotecnologia molecolare all’Università di Pisa e Diploma in Scienze mediche alla Scuola Sant’Anna.

Il neuroscienziato nel 2018 è stato il primo italiano a vincere la borsa di studio mondiale Harvard hip. inoltre, oggi dedica tutte le sue energie alla lotta contro le malattie degenerative, anche grazie alle cinque borse di studio ottenute per proseguire le sue ricerche presso l’università di Cambridge.

In una pausa dal suo lavoro, ha rivelato a “Rai News” alcuni segreti per i maturandi che stanno ora affrontando l’Esame di Stato:

Per molti ragazzi oggi sono tempi di esami, quindi, innanzitutto vi capisco.

Io ci sono passato tante volte, prendetela con un certo distacco.

Non andate troppo nel panico, questo è il primo step del vostro curriculum.

Non emozionatevi troppo, sarà il primo della vostra vita, ma ce ne saranno altri.

Quali sono i 3 consigli di Giulio Deangeli ai maturandi?

Giulio Deangeli, ormai veterano degli esami, svela agli studenti i suoi 3 consigli per affrontarli al meglio.

1. Studiare in un posto ben areato influisce sulla performance

Secondo Giulio Deangeli studiare in un posto ben areato migliora la performance finale:

Se vi è consentito scegliere il vostro posto nell’aula, fate attenzione a una cosa.

La performance cognitiva dipende dalla qualità dell’aria, in particolare varia in base alla presenza di CO2.

Più il posto è affollato, e meno renderete.

Però potete avere un’influenza sulla scelta del posto per il vostro studio.

La concentrazione di CO2 non è uniforme in una stanza, quindi, scegliete spot più vicini all’areazione.

2. Use it or lose it, come ripassare qualche giorno prima dell’esame

Giulio Deangeli consiglia agli studenti di quinta superiore di concentrarsi sui dettagli qualche giorno prima dell’esame:

Il nostro cervello, per come è strutturato, lavora secondo la solita regola Usit or lose it.

Le informazioni più importanti sono quelle strutturali.

E poi ci sono quelle che durano poco ovvero i dettagli, fini a se stessi.

A volte, però, sono importanti, perché il voto dipende proprio dai dettagli.

Per loro natura sono più facili da dimenticare, e allora, bisogna concentrarsi proprio su quelli nei giorni prima dell’esame.

Ripeteteli e concentratevi sulle cose più difficili.

3. Ripetere fino all’ultimo minuto prima dell’esame

Secondo il neuroscienziato una tecnica infallibile è ripetete fino all’ultimo minuto poco prima dell’esame:

Finché non siete seduti, continuate a ripassare.

Io ero l’unico che lo faceva, ma è la scelta più razionale.

Ripetete finché avete tempo, non fatevi prendere da pressioni di natura sociale, come ad esempio cosa penseranno di me i miei amici.

Sfruttate il tempo fino a che non scade.

E per il resto, divertitevi.

Leggi anche: Giulio Deangeli, lo studente dei record: “Sogno la cura per le malattie neurodegenerative”

spot_img

Correlati

Lamine Yamal, torna ora virale una foto profetica in cui viene battezzato da Messi

La Spagna ha conquistato ieri la finale di Euro 2024, battendo la Francia per...

Chi è Anna Kalinskaya, tennista russa e fidanzata di Sinner: dall’amore per la privacy allo sport

Anna Kalinskaya a Wimbledon con Jannik Sinner. Nel torneo sull'erba di Berlino ha dichiarato...

Alex Schwazer, terminano gli 8 anni di squalifica: “Ringrazio chi ha riconosciuto la mia innocenza”

Alex Schwazer può finalmente dichiarare vittoria: sono terminati gli 8 anni di squalifica per...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img