Federica viene operata per il tumore alla tiroide, cinque mesi dopo diventa mamma: il bimbo sta bene

Federica è stata operata cinque mesi fa per un tumore alla tiroide, ora stringe tra le sue braccia Renato: "Il momento più bello? Quando ho sentito il suo battito".

Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img

Federica ha 37 anni ed è appena diventata mamma di Renato nato presso l’Ospedale Mauriziano di Torino, ma la sua gravidanza non è stata per nulla facile. Infatti, la giovane, lo scorso ottobre, ha scoperto di avere un tumore alla tiroide. Nonostante si trattasse di un intervento molto rischioso sia per sé sia per la salute del suo bambino, i medici sono riusciti a toglierlo del tutto e Federica ha potuto continuare la sua gravidanza.

Ha così affermato uno dei medici che l’ha operata, il professore Maurilio Deandrea, direttore di Endocrinologia, Diabetologia e Malattie del metabolismo del Mauriziano a “TorinoToday”:Il carcinoma papillare della paziente era molto aggressivo, una condizione molto rara per questo tipo di tumore. Di fronte a segni di evoluzione tanto rapidi è stato perciò necessario intervenire chirurgicamente, nonostante la paziente fosse in stato di gravidanza”.

Ha proseguito poi il professor Giovanni Canale, responsabile della struttura di Chirurgia della tiroide dell’Ospedale Mauriziano: “Era un intervento delicato e potenzialmente rischioso, per rimuovere il tumore riducendo al minimo i rischi anestesiologici per il feto. Era molto esteso ed i linfonodi che abbiamo rimosso erano molto grossi e vicini al polmone, ma l’operazione è perfettamente riuscita e la paziente non ha riportato nessuna delle complicanze, come disfonia o ipocalcemia, che possono accompagnare questo tipo di intervento”.

Il racconto di Federica, diventata mamma dopo aver subìto un intervento per il tumore alla tiroide

Non solo i professori Deandrea e Canale, anche la dottoressa Alessandra Caracciolo dell’équipe di Chirurgia della tiroide ha spiegato le difficoltà dell’intervento che ha subìto Federica prima della nascita del suo bambino: “Nel corso dell’intervento abbiamo utilizzato il monitoraggio intraoperatorio del nervo ricorrente, una tecnica che facilita l’identificazione e la dissezione del nervo laringeo ricorrente e permette di verificarne l’integrità funzionale durante l’intervento”.

La 37enne torinese a “TorinoToday” ha raccontato in prima persona la sua storia, non mancando di ringraziare il suo compagno Domenico e tutti i medici e gli esperti che l’hanno sostenuta durante questo doppio percorso, la malattia e la gravidanza:

Tutto è andato alla perfezione e siamo davvero felici.

Desideriamo ringraziare dal profondo del cuore tutto il personale del Mauriziano che ci ha assistito in questi nove mesi.

Siamo stati coccolati in ogni momento del percorso e ci siamo sempre sentiti in famiglia

Ci portiamo a casa ricordi importanti, talvolta legati a situazioni difficili, ma che abbiamo sempre potuto vivere con serenità grazie alla professionalità e all’umanità di chi ci è stato accanto.

Ecco qual è stato il momento più emozionante, quando mi hanno fatto sentire il battito di Renato al mio risveglio dopo l’intervento di ottobre.

Non lo dimenticherò mai.

Come sta ora Renato?

Il piccolo Renato, nato lo scorso 10 marzo sta bene ed è stato affidato alle cure delle dottoressa Patrizia Paluan ed Elena Conti della Anestesia e Rianimazione generale dell’Ospedale Mauriziano, e dall’ostetrica Costanza Sacco. Anche la neomamma sta bene e dopo aver concluso l’allattamento potrà terminare anche le terapie per scongiurare il rischio di recidiva.

Leggi anche: Mamma con tumore ovarico in stadio avanzato salvata dopo intervento di 10 ore: “Forte e combattiva”

spot_img

Correlati

Io sono innocente, il libro di Beniamino Zuncheddu: “Dopo 33 anni sono libero”

Esce oggi in libreria il libro scritto a quattro mani da Beniamino Zuncheddu e...

Chi è Asia, la 14enne malata di cancro bullizzata dal web e poi coccolata da Mattarella

Sergio Mattarella scrive ad Asia, la ragazzina bullizzata dal web a causa della sua...

Giada Pellizzari, da direttore di banca a travel designer: “Mollo tutto e vi racconto NY”

La storia di Giada Pellizzari è un esempio di come sia possibile reinventarsi pur...
Ilaria De Santis
Ilaria De Santis
Classe 1998. Esperta in Editoria e scrittura, è molto attenta ai dettagli, scrive poesie e canzoni ed è appassionata di musica, serie TV e sceneggiatura. “In tristitia hilaris, in hilaritate tristis”.
spot_img